Uno specchio per la mente. Quando i neuroni ci insegnano a copiare gli altri chiude il primo ciclo di Scienza zero al Candiani

Mestre (VE) - Si conclude giovedì 15 gennaio 2009, ore 17 e 19 al Centro Culturale Candiani con Uno specchio per la mente. Quando i neuroni ci insegnano a copiare gli altri, la prima parte del ciclo di incontri dal titolo Scienza zero, organizzati in collaborazione con Master in Diffusione della Cultura Scientifica di Ca’ Foscari e Vega, Parco Scientifico e Tecnologico di Venezia da un’idea di Adriano Favaro, giornalista del Gazzettino di Venezia.
Il notevole successo di pubblico riscosso finora da Scienza zero, grazie al grande interesse dei temi proposti, fa ben sperare anche per i prossimi appuntamenti in programma a partire da febbraio 2009 sempre con cadenza mensile.

 

Ogni incontro è un vero viaggio nella scienza attraverso l’analisi di temi che vanno dalla cucina molecolare alla bioetica, medicina, matematica, scienze cognitive, evoluzione, storia, economia, finanza e altro.

Un’occasione importante per mettere in diretto contatto i partecipanti con alcuni tra i più attenti e conosciuti esponenti del mondo scientifico, scienziati, ricercatori e docenti che in questo momento stanno segnando i nuovi percorsi del panorama scientifico italiano.

Si cercherà insomma di raccontare in modo semplice e comprensibile la scienza contemporanea, spesso difficile da credere o da capire, soprattutto in questi anni che l’attività scientifica sembra andare per una strada che non è sempre riconoscibile.

Ingresso libero