Venezia rende omaggio a Carmelo Zotti con una doppia retrospettiva al Correr e ai Magazzini del Sale

Verniss@ge
[img_assist|nid=17028|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]VENEZIA - Anticipando di alcuni mesi la grande mostra al Chelsea Art Museum di New York, dal 10 gennaio al 15 febbraio 2009, Venezia rende omaggio a un suo grande artista, Carmelo Zotti, a un anno dalla sua scomparsa, con una mostra “doppia”: una retrospettiva al Museo Correr e una seconda mostra dedicata ai suoi allievi (Zotti insegnò dal 1967 al 1990 all’Accademia di Venezia) negli spazi dei Magazzini del Sale alle Zattere.

E’ un universo intimo di figure, gesti, colloqui, lo spazio racchiuso dalla cinquantina di opere di Carmelo Zotti in mostra al Museo Correr.
L’artista triestino di nascita e veneto di adozione, scomparso nel maggio dello scorso anno, ha lasciato in più di mezzo secolo di pittura, un corpus di opere su tela e carta di ingente mole e di complessa, variegata narratività.
Dopo la grande antologica a Ca’ Pesaro del 1995, curata da Enzo De Martino, e la più circoscritta, intensa, mostra al Museo di Santa Giulia di Brescia, curata da Marco Goldin, al Correr di Venezia si è inteso operare una selezione che approfondisca
l’opera pittorica, per lo più mai esposta, del primo trentennio dell’attività artistica di Carmelo Zotti.
[img_assist|nid=17030|title=|desc=|link=none|align=left|width=640|height=479]Dagli echi espressionistici nei ritratti dei primi anni Cinquanta, al breve attraversamento dell’astratto verso il volgere negli anni Cinquanta, Zotti approda già agli esordi del Sessanta, dopo il lungo viaggio in Sud America, alla narrazione fitta di geometrie dense di tracce di figurativismo e colore, per giungere negli anni Settanta alla maturazione dei simboli-marchio della sua poetica, forti di campiture di acceso cromatismo.
In mostra del successivo ventennio, fino agli esordi del Duemila, una selezione di tele tra le più intime e enigmatiche della sua opera, incentrate sul dialogo/gesto tra figure, ossessione e meraviglia di tutta la vita; nell’ultima sala dell’
esposizione, una significativa scelta di carte dalla fine degli anni Settanta al Duemilasei.
Ai Magazzini del Sale, Zotti&Allievi nell’arte e nella vita è[img_assist|nid=17031|title=|desc=|link=none|align=right|width=562|height=640] omaggio che gli allievi sloveni, croati e italiani di Carmelo Zotti hanno voluto rendere al maestro scomparso, coinvolgendo due Ministeri alla cultura, quattro Comuni, tre strutture istituzionali, cinque sedi espositive, sei curatori di progetto e venti artisti-allievi.
Nel ricordo della grande qualità umana del loro maestro, titolare della cattedra di Pittura all’Accademia di Venezia dal 1973 al 1990, hanno aderito al progetto e formano la compagine degli artisti selezionati per Zotti&Allievi i croati Zlatko Kopljar, Zdravko Milic, Miljenka Šepic, Robert Sošic, Mauro Stipanov e Vlado Zrnic, gli sloveni Toni Biloslav, Bojan Bole, Slavko Furlan, Živko I. Marušic e Ljubo Radovac e gli italiani Mirella Brugnerotto, Diana Ferrara, Sergej Glinkov, Pope (Galli), Daniela Rizzetto, Mauro Sambo, Paolo Sandano, Davide Skerlj e Giorgio Valvassori.
Il progetto è promosso dall’Accademia di Belle Arti di Venezia con il patrocinio della Regione del Veneto e del Comune di enezia, in collaborazione con la Fondazione Musei Civici di Venezia e il Gruppo Euromobil.
Le mostre sono a cura di Brigitte Brand, che cura anche i due cataloghi (edito da Terraferma) Zotti al Correr, con interventi i Dino Marangon e Isabella Panfilo e Zotti & Allievi con interventi di Nataša Ivancevic per le opere croate, Dejan Mehmedovic per le opere slovene e Franco Tagliapietra per le opere italiane (edito dal Museo d’Arte moderna e contemporanea, Rijeka).


[img_assist|nid=17029|title=|desc=|link=none|align=left|width=640|height=550]Dal 10 gennaio 2009 al 15 febbraio 2009

Museo Correr, Piazza San Marco, secondo piano - VENEZIA

e

Magazzini del Sale, Zattere - VENEZIA

Zotti&Allievi

Artisti: Carmelo Zotti, Zlatko Kopljar, Zdravko Mili?, Miljenka Šepi?, Robert Soši?, Mauro Stipanov, Vlado Zrni?, Toni Biloslav, Bojan Bole, Slavko Furlan, Živko I Maruši?, Ljubo Radovac, Mirella Brugnerotto, Diana Ferrara, Sergej Glinkov, Pope (Galli), Daniela Rizzetto, Mauro Sambo, Paolo Sandano, Davide Skerlj, Giorgio Valvassori

Vernissage: Venerdì 9 gennaio 2009. Museo Correr, ore 17; Magazzini del Sale, ore 19;

Orario: Museo Correr 11.00 -17.00 tutti i giorni (biglietteria 11/16); Magazzini del Sale, 11.00-17.00 (chiuso il lunedì).

Biglietti: intero 5,00 euro

Info: mkt.musei@comune.venezia.it
www.museiciviciveneziani.it

Nelle immagini: Carmelo Zotti (1933 – 2007), Figura e totem, 1983, olio su tela, particolare

Carmelo Zotti (1933 – 2007), Chiaro di luna, 1983, olio su tela, cm 90x120

Carmelo Zotti (1933 – 2007), Duo sulla stuoia, 1985, olio su tela, cm 140x160

Carmelo Zotti (1933 – 2007), Figura + Monumento, 1972, olio su tela, cm 160x150

Ogni riproduzione vietata