Verdi Pordenone: boom di abbonamenti per la sezione Interazioni

Carnet
PORDENONE - Nell’ultima settimana utile per abbonarsi alla stagione 2009-2010 del Teatro Verdi di Pordenone, dai primi dati elaborati dalla biglietteria ne emerge uno, su tutti: l’exploit della Sezione Interazioni, quella che da sempre si concentra sulla drammaturgia contemporanea e sugli spettacoli di innovazione e che solitamente si tiene nella più piccola e più intima Sala Prove: gli abbonamenti sono infatti aumentati del 51 per cento e anche se non si tratta di grandi numeri in senso assoluto (da 81 sono passati a 123)  si tratta di un segnale importante, soprattutto se consideriamo che nei periodi di crisi sono in genere gli spettacoli di intrattenimento a mantenere più appeal. Non è così al Comunale, dove evidentemente il lungo lavoro di formazione sul pubblico avviato da anni sta dando i suoi frutti. L’elevato gradimento della Sezione ha inoltre già obbligato il Teatro a prevedere una replica in più per il primo degli spettacoli nel cartellone di Interazioni, Manca solo la domenica, con Licia Maglietta nei panni di una mancata vedova divertente e divertita: andrà infatti in scena in Sala prove come già previsto venerdì 30 e sabato 31 ottobre alle 20.45, con una rappresentazione in più domenica 1. novembre, alla stessa ora. Dopo la Maglietta, la sezione Interazioni, alternandosi tra sala grande e sala prove, proseguirà con l’inedito Amleto di Il Popolo non ha il pane? Diamogli le brioche (21 novembre)  interpretato e riscritto da Filippo Timi, protagonista straordinario degli ultimi film di Bellocchio e di Salvatores. Il principe degli affabulatori Ascanio Celestini, invece, sarà al Comunale con Appunti per un film sulla lotta di classe (15 dicembre) nel quale propone un teatro/canzone di denuncia sociale; Giuseppe Battiston offrirà una sua straordinaria interpretazione di un mito del cinema in Orson Welles’ roast  il 1. e il 2 febbraio; Veronica Cruciani firma la regia de Il ritorno (10, 11 marzo), uno spaccato sulla famiglia e sul dramma dell’immigrazione; Marco Sgrosso darà voce e corpo ad “Ella” (9 e 10 aprile), una cruda odissea nel dolore e nelle violenze subite da una donna. In attesa di conoscere i dati definitivi, per ora è certo che al Verdi ha confermato l’abbonamento  l’80 per cento dei vecchi abbonati e in questa ultima fase si sta gestendo quel 20 per cento di disponibilità che rientra esattamente negli standard. L’anno scorso il Verdi ha venduto 2.222 abbonamenti alla stagione tutta, ai quali si aggiungevano i 422 della stagione sinfonica (che da sempre sono trattati a parte); per la stagione sinfonica quest’anno sono stati venduti 445 abbonamenti (più 6 per cento).     La biglietteria, situata in viale Martelli 2, è aperta dalle 14.30 alle 19. Per informazioni, tel. 0434 247624, www.comunalegiuseppeverdi.it