Vette. Sentieri verso l'arte contemporanea

Dall'8 luglio al 26 settembre 2010

Il paesaggio montano è connaturato alla Carnia, territorio di ricche valli e di alti picchi. La montagna la si può percorrere attraverso i suoi boschi per giungere fino alle sommità; così facendo, tra esperienza fisica e dello spirito, l'uomo si riappropria di un contatto con la natura ed anche con se stesso. Ma si possono raggiungere altre "vette", quelle del mondo delle idee, della ricerca, dell'espressività. Tutti questi elementi, messi in relazione, costituiscono il progetto intitolato Vette.

Palazzo Frisacco a Tolmezzo si ripropone infatti come sede di un nuovo progetto annuale d'arte contemporanea legato al rapporto tra arte e ambiente. La prima mostra di questo nuova serie è intitolata appunto Vette ed è stata concepita partendo dalla riflessione attorno a diverse tematiche legate al territorio e all'arte che diventa il veicolo di una stretta relazione tra uomo e lo spazio del vissuto. Dall'ambiente in quanto natura all'arte in quanto rappresentazione, dalla vista al pensiero, dall' esperienza dei sensi alla contemplazione, Vette prende spunto dalla morfologia del peculiare ed affascinante territorio montano della Carnia per raggiungere le vette del pensiero e della creatività.

Palazzo Frisacco diventa negli intenti dei curatori un laboratorio di idee che si incontrano su diversi livelli; anche per questo motivo la mostra è strutturata in più sezioni con molte presenze: al primo piano opere di artisti di generazioni e matrice diversa che si esprimono con la pittura, la fotografia, il video, l'installazione; alcuni emergenti, altri di chiara fama: Gino De Dominicis, Giulio Frigo, Andrea Kwas, Bruno Muzzolini, Louis Nixon, Maria Elisabetta Novello, Bernhard Rüdiger, Paolo Ravalico Scerri, Manuela Sedmach, Massimo Uberti; al secondo piano documenti d'arte di grande rilievo legati a protagonisti e a realtà internazionalmente riconosciute come il collezionista d'eccezione Egidio Marzona di cui vengono presentate una selezione di opere, la rassegna Arte all'Arte dell'Associa-zione Arte Continua di San Gimignano e il DIVA Station Video Archive / SCCA Ljubljana Center for Contemporary Arts con la rassegna Video Programme.

L’immagine della mostra e l’organizzazione generale è curata da Comunicarte, agenzia che opera dal 1997 nel settore dell’arte e della comunicazione e che ha già avuto modo di collaborare in fatto di arti visive con tutte le principali istituzioni museali regionali (Museo Revoltella, Trieste, Galleria d'arte moderna, Udine, Musei provinciali, Gorizia, Civici Musei d'arte di Pordenone, Villa Manin di Passariano). Nel segno dell’ apertura a più voci e nello spirito di condivisione la curatela generale è stata suddivisa tra Lorenzo Michelli e Ilaria Bignotti per la sezione “artisti”. La sezione “Collezionisti d’eccezione” è stata curata da Elena Carlini, “Dieci anni d’Arte all’Arte “ da Lorenzo Michelli, e “VideoProgramme” da Laura Spolaore.

 

Fondante nel progetto di Comunicarte è considerare Palazzo Frisacco non un contenitore in cui far giungere proposte scollegate con il territorio, ma un sito che si trasformi in produttore di cultura, ed in una istituzione più vicina al concetto contemporaneo di Museo. «Nella contemporaneità infatti - spiega il curatore Lorenzo Michelli - il museo non è esclusivamente "il museo delle raccolte", ma è divenuto uno spazio in cui ci si trova e si vive collettivamente l'esperienza culturale che ti trasforma, che ti arricchisce. Si vedono opere, ma anche video, si leggono riviste e libri». «In questo modo vorremmo che il Palazzo divenisse collettore della curiosità di un pubblico diversificato e speriamo allargato: vorremmo non limitarci all'organizzazione di mostre che si concludono con la vernice, ma organizzare numerosi eventi collaterali, per trasformare quel luogo in uno spazio vivo e ricco di proposte».

 

Il progetto complessivo affidato a Comunicarte si svilupperà in quattro mostre principali, sempre supportate un ricco materiale esplicativo (video, schede relative ai diversi progetti e agli artisti coinvolti) con l’intento di colmare una certa frattura esistente nel nostro Paese tra il pubblico e l'arte contemporanea, che necessita di alcune indicazioni per essere adeguatamente fruita e apprezzata.

                                                                                                                   
Mostra organizzata in collaborazione con Associazione Arte Continua / San Gimignano,
Scca – Ljubljana Center For Contemporary Aarts, Collezione Egidio Marzona, Fabio Paris Art Gallery / Brescia, Galleria Dispari&Dispary / Reggio Emilia, E.N.O. Gallery / Milano
 

Scheda Evento

Location:
Palazzo Frisacco, Via Renato Del Din 7 - Tolmezzo (UD)
A cura di:
Comunicarte
Vernissage:
giovedì 8 luglio, alle ore 18.00
Orario:
tutti i giorni: 10.30>12.30 – 16.30>19.30, martedì chiuso
Contatto:
040 372 8526