Vigroux, Sharp, Baron e Bruno Chevillon: quattro moschettieri del jazz a Risonanze 2008-2009

Jazz Vibes
[img_assist|nid=15806|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]VENEZIA - A Risonanze 2008-2009, giovedì 13 novembre, arriva una vera e propria superband del jazz franco-americano, formata dall’unione di quattro grandissimi musicisti: le chitarre di Franck Vigroux e Elliott Sharp si uniscono al mitico batterista di John Zorn, Joey Baron e a uno dei contrabbassisti europei più rappresentativi, Bruno Chevillon. Questi musicisti, il cui percorso è segnato da molte affinità musicali che vanno dal jazz all’elettronica, dalla musica contemporanea al rock, si sono già incontrati in numerose collaborazioni: Bruno Chevillon e Joey Baron in trio con Michel Portal, Vigroux e Elliott Sharp in duo, Joey Baron con Elliott Sharp per il progetto Beyond, Franck Vigroux con Bruno Chevillon nel trio Rebang ! e Franck Vigroux produttore del disco Hors-champ per Autres Cordes. Questo loro progetto, che presentano in esclusiva a Venezia, è intessuto di scrittura e improvvisazione traboccante elettricità. Franck Vigroux Compositore, direttore artistico, direttore d’orchestra e videoartista, Franck Vigroux cresce in un ambiente dove si incrociano rock, improvvisazione, elettronica, radiodramma, cinema sperimentale e musica contemporanea. Sul palco è chitarrista, dj, e attualmente i suoi progetti riguardano il free-rock di Push The Triangle con Stéphane Payen e Michel Blanc (ospite di un acclamato concerto a Risonanze), un trio pop-rock con il cantante americano Ned Evett e Michel Blanc, il trio di elettronica Rebang! con Bruno Chevillon e Michel Blanc, così come un concerto-racconto Triste Lilas con Hélène Breschand, Marc Ducret e Fabrice Andrivon.[img_assist|nid=15807|title=|desc=|link=none|align=right|width=640|height=427] I suoi partners artistici sono di nazionalità e tendenze molto diverse: collabora infatti con scrittori come Kenji Siratori, musicisti quali Maria Jardardottir, Luca Formentini, Elliott Sharp, Philippe Nahon, Jean-Jacques Birgé e molti altri. Dal 2000 si è esibito in Stati Uniti, Europa, Giappone e nel 2004 fonda la sua propria etichetta D’Autres Cordes, per la quale produce anche album di altri artisti quali Bruno Chevillon, Hélène Breschand, Samuel Sighicelli, Paul Brousseau, etc.. Nel 2006 registra inoltre per l’etichetta di Radio France Signature l’album Hums de terre (disco del mese di Jazz Magazine). Nel 2007 scrive e realizza un mediometraggio Les petites poussières e altri corti che usciranno in DVD. Elliott Sharp Spesso ospite di Risonanze, compositore, multistrumentista, produttore, Elliott Sharp è alla guida di formazioni diverse come l'Orchestra Carbon, Tectonics e Terraplane. Le sue composizioni sono state eseguite dalla Symphony of the Hessischer Rundfunk, da Ensemble Modern, Continuum, Kronos Quartet e Zeitkratzer. Ha collaborato con nomi quali il grande cantante persiano Nusrat Fateh Ali Khan, Dael Orlandersmith, Frances-Marie Uitti, gli scrittori di fantascienza Jack Womack e Lucius Shepard, la leggenda del blues Hubert Sumlin, i djs Dj Soulslinger e Christian Marclay, Bachir Attar, leader dei Master Musicians of Jahjoukah. La composizione Quarks Swim Free eseguita dal suo gruppo Carbon ha debuttato alla storica Biennale di Venezia del 2003. Negli ultimi anni alle sue band ha affiancato un intenso lavoro in solo. Bruno Chevillon Bruno Chevillon ha seguito una doppia formazione, diplomandosi in Belle Arti nel 1983, dove ha studiato fotografia, e dedicandosi parallelamente allo studio del contrabbasso classico di Joseph Fabre al conservatorio di Avigone. Debutta nel jazz seguendo la classe di André Jaume, fa parte del GRIM, in seguito si unisce al collettivo di Lione ARFI dove farà un incontro determinante: quello con Louis Sclavis. Chevillon da allora collabora a quasi tutti i progetti del celebre clarinettista francese. Oltre alla lunga collaborazione con Sclavis, il contrabbassista suona con i principali musicisti di jazz d’avanguardia e di musica improvvisata: Marc Ducret, Claude Barthélémy, Stéphan Oliva, François Corneloup, François Raulin, Joey Baron, Michel Portal, così come con la nuova generazione di compositori, tra cui Samuel Sighicelli e Benjamin de la Fuente. Essenzialmente sideman, Bruno Chevillon si esibisce comunque anche in solo, come ad esempio nel suo spettacolo su Pier Paolo Pasolini. La musica contemporanea fa quindi parte del suo lavoro ed egli possiede immense qualità di strumentista: velocità, precisione e bravura poco comuni su uno strumento come il contrabbasso fanno di lui un sideman d’eccezione, e da alcuni anni è approdato anche al basso elettrico. La sua rara intelligenza musicale ne fa uno dei maggiori contrabbassisti della scena jazz europea. Joey Baron É il batterista per eccellenza dell’avanguardia downtown newyorkese, ma anche sensibilissimo accompagnatore dei più raffinati jazzisti di tutto il mondo. Nato in Virginia da una famiglia ebrea, Joey Baron ha associato in questi anni il proprio nome a quello di musicisti fuori dall’ordinario come [img_assist|nid=15808|title=|desc=|link=none|align=left|width=500|height=640]Carmen McRae, Dizzy Gillespie, Tony Bennett, Laurie Anderson, Art Pepper, Stan Getz, Lee Konitz, Joe Lovano, Vinicus Cantuaria, Jay McShann, David Bowie, The Los Angeles Philharmonic, Big Joe Turner, Philip Glass, John Abercrombie, Mel Lewis, Pat Martino, Harry Sweets Edison, David Sanborn, Al Jarreau, Jim Hall, Randy Brecker, Marian McPartland, John Scofield, Marc Johnson e i Lounge Lizards. Tra le band con cui ha suonato più a lungo non si possono non citare la Bill Frisell Band, i Masada di John Zorn, i sui stessi gruppi Barondown e Killer Joey, il trio Miniature con Tim Berne e Hank Roberts. Risonanze 2008-2009 - Rassegna di nuove musiche contemporanee Giovedì 13 novembre 2008, ore 21:00 Teatro Fondamenta Nuove - VENEZIA Franck Vigroux/Elliott Sharp/Bruno Chevillon/Joey Baron Franck Vigroux, Elliott Sharp: chitarre Bruno Chevillon: contrabbasso Joey Baron: batteria Biglietti: Intero € 12, Soci Vortice € 8, Giovani a Teatro € 2.50 In collaborazione con FACE – French-American Cultural Exchange e con il supporto di Doris Duke Charitable Foundation, Delegazione Culturale dell’Ambasciata di Francia a Venezia, Cultures France e FMO Info: Vortice - Associazione Culturale Tel. 0415224498 vortice@provincia.venezia.it