Yuri Bashmet dirige I Solisti di Mosca al Toniolo di Mestre

Classica
[img_assist|nid=26419|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]Mestre (VE) - Martedì 2 febbraio la XXIV Stagione di Musica Sinfonica e da Camera 2009 - 2010 del Teatro Toniolo di Metsre ospita uno degli appuntamenti più attesi, I Solisti di Mosca diretti dal celebrato violinista Yuri Bashmet. In programma pagine di Bach, Schubert e Cajkovskij. L’orchestra de I Solisti di Mosca si è costituita nel 1984 sotto la direzione di Yuri Bashmet, violista di fama internazionale. Caratteristica peculiare dell’orchestra è che i componenti sono tutti solisti laureati di concorsi internazionali. Dal momento della sua formazione, l’orchestra si esibisce sempre più frequentemente in tournèe internazionali. L’orchestra ha effettuato la prima tournèe in Italia nel marzo 1988 riscuotendo ovunque un grandissimo successo di critica, collocandosi ai primi posti tra le migliori formazioni del mondo cameristico. Il repertorio comprende opere dei musicisti classici quali Vivaldi, Bach, Mozart, Ciaikovskij, Mendelssohn, Grieg, Schubert, Prokofiev, Shostakovich, Hindemith, Telemann, M.Marais, ecc.. Molti compositori russi contemporanei, come A.Golovin, A.Ciaikovskij, M.Jermolajev, A.Shnitke, V.Barkauskas, ecc., hanno composto e dedicato concerti per viola ed orchestra che sono stati eseguiti in prima assoluta. S.Richter, che si è esibito diverse volte con Yuri Bashmet, ha detto di quest’orchestra: “Bashmet è riuscito in un tempo brevissimo ad amalgamare al meglio questi giovani e prestigiosi solisti, infondendo, un suono volitivo, chiaro ed acuto e, nello stesso tempo, precisione virtuosistica, dimostrando di possedere alte capacità che lo collocheranno presto tra i migliori direttori d’orchestre da camera”.L’orchestra è stata ospite delle celebrazioni per il centenario del Concertgebouw di Amsterdam e di quelle per il centenario della Carnegie Hall di New York.Numerose sono le incisioni con la casa discografica RCA VICTORY Red Seal.Nato nel 1953 a Rostov sul Don in Russia, Bashmet ha studiato al Conservatorio di Mosca prima con Vadim Borisovsky - il violista del Quartetto Beethoven - ed in seguito con Fedor Druzhinin. Nel 1976 ha vinto il primo premio al Concorso Internazionale di Monaco; di qui prenderà l’avvio la sua strepitosa carriera internazionale, propiziata da una prodigiosa sonorità, da un magistrale dominio dell’arco e da un’eccezionale sensibilità.Egli ha ispirato molti compositori che hanno scritto per lui nuove composizioni che sono andate ad incrementare il repertorio per viola.Molto stretta e produttiva è stata la collaborazione con il compositore Alfred Schnitke il cui Concerto per Viola, scritto per Bashmet, è stato eseguito per la prima volta al Concertgebouw di Amsterdam nel 1986; recentemente è stato registrato con la London Symphony Orchestra e Rostropovich. Nel settembre del 1990 Bashmet ha eseguito in prima mondiale il concerto per viola (scritto per lui) dal compositore georgiano Giya Kancheli al Festival di Berlino. Più recentemente ha suonato con Mstislav Rostropovich e Gidon Kremer il” Triplo Concerto” scritto per loro da Alfred Schnittke. Parallelamente alla sua attività solistica, Bashmet dirige l’orchestra, da lui fondata nel 1986, i Solisti di Mosca che, attraverso tournées e dischi, ha già raggiunto una grande notorietà internazionale. Bashmet è molto richiesto anche come musicista da camera: ha collaborato con Sviatoslav Richter, Natalia Gutman, Gidon Kremer, Mstislav Rostropovich, Viktor Tretiakov, il Quartetto Borodin e molti altri ancora. Grande attenzione ha suscitato il suo concerto “Musicians for Armenia” al Barbican di Londra (1988) e teletrasmesso in 16 nazioni. Nel 1990, in occasione del London Week-end Television del South Bank Show, è stato il musicista che ha suscitato maggiore attenzione. Nel 1988 ha[img_assist|nid=26420|title=|desc=|link=none|align=right|width=640|height=635] fatto il suo debutto in Nord America dove ha ottenuto grande successo al Festival di Boston “Making Music Together”. E’ tornato negli USA nel 1990 come solista con la Moscow Philharmonic Orchestra. Successivamente si è esibito con la Boston Symphony Orchestra diretta da Rozhdestvenskij e con la Chicago Symphony diretta da Gergiev. Bashmet ha preso parte nel 1990, suonando come solista con la Filarmonica di Berlino, al concerto di San Silvestro. Si è inoltre esibito con la Los Angeles Philharmonic, The Philharmonia, la Bayerische Rundfunk, la Birmingham Symphony, la Toronto Symphony Orchestra (nel tour europeo) e al Festival di Edimburgo. Ha effettuato tournées in Austria, Germania, Giappone, Australia, Nuova Zelanda, Gran Bretagna, Francia e Italia con i Solisti di Mosca. Bashmet ha inciso per diverse etichette (quali RCA, EMI, JVC e Melodija) non solo in duo con Muntjan o con i Solisti di Mosca, ma anche con altri eccezionali artisti (Rostropovich, Kremer, Kagan etc.). Dal 1986 è docente presso l’Accademia Chigiana di Siena. Nel gennaio 1992 e poi ancora nel gennaio 1994 ha ottenuto il riconoscimento quale “migliore strumentista dell’anno” in occasione dei Classical Musical Awards. Nell’aprile del 1995 ha ricevuto il prestigioso premio internazionale della Fondazione Sonings per la musica a Copenhagen. Dal 1997 è direttore artistico del Festival Internazionale “Elba Isola Musicale d’Europa” e, inoltre, dal 2000 è direttore artistico della “Stagione Musicale a Villa Abamelek”, residenza dell’Ambasciatore Russo in Italia a Roma. Il giorno 25 ottobre 2000 è stato insignito del titolo di Commendatore al Merito della Repubblica Italiana. A partire dal gennaio 2003 Yurij Bashmet ricopre l’incarico di Direttore Principale ed Artistico dell’Orchestra Sinfonica “Nuova Russia".   XXIV Stagione di Musica Sinfonica e da Camera 2009 - 2010 Teatro Toniolo, Piazzetta Cesare Battisti, 1 – Mestre (VE) Martedì 2 febbraio 2010, ore 21:00 I Solisti di Mosca, orchestra d'archi Direttore Yuri Bashmet, viola e violino eseguono J. S. Bach, Concerto in re minore per due violini e orchestra BWV 1043 F. Schubert, Sonata per arpeggione e pianoforte D 821 (Trascrizione per viola e  orchestra d'archi di R. Balashov) P. I. Tchajkovskij, Souvenir de Florence op 70 Info: Ufficio Promozione e Comunicazione - Servizio Teatri e Spettacolo tel. 0413969220/230 cultura.spettacolo.me@comune.venezia.it www.culturaspettacolovenezia.it