Error message

Il file non può essere creato.

Al Piccolo Festival dell’Animazione il fumettista pordenonese Davide Toffolo

Rassegne
[img_assist|nid=16789|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]UDINE - Mercoledì 17 dicembre è un artista nostrano il protagonista del Piccolo Festival dell’animazione: Davide Toffolo torna al Visionario di Udine in occasione della manifestazione dedicata ai cortometraggi di animazione d’autore. L’artista pordenonese è uno tra i più apprezzati fumettisti d'autore del momento, formatosi alla scuola di Andrea Pazienza Zio Feininger a Bologna e allievo proprio del grande Lorenzo Mattotti, ospite qualche giorno fa del Festival udinese. L’eclettico Toffolo, anche musicista dei Tre Allegri Ragazzi Morti, ha realizzato molti videoclips per il suo gruppo punk e altre band italiane: testimonianza di un percorso artistico molto ampio che abbraccia stimoli ed esperienze variegate. Il Centro Espressioni Cinematografiche propone un incontro destinato ai ragazzi delle scuole superiori (a ingresso gratuito) che nella mattinata di mercoledì 17 dicembre, a partire dalle ore 10.00, prevede una lezione – dibattito di Toffolo e di Diego Lazzarin, anch’egli affermato autore di video musicali, integrato dalla proiezione di cortometraggi d’animazione. La giornata del Festival segue ricca di proposte,[img_assist|nid=16791|title=|desc=|link=none|align=right|width=640|height=633] a cui è possibile assistere – ricordiamolo – con un biglietto di soli euro 5, che dà accesso a tutte le proiezioni e a tutti gli incontri della giornata. Si comincia alle ore 16.00 con i mediometraggi Le printemps de Saint-Potoc, premiato al Festival di Bilbao e I met the walrus che ha ottenuto premi a Ottawa, Cleveland e Manhattan (mediometraggi in replica alle ore 22.45). Alle ore 16.30 continuano le proiezioni di corti estoni, la selezione di una delle scuole di animazione più importanti e sperimentali al mondo: i lavori dello studio Nukufilm. Alle ore 17.00 vedremo l’ultima parte – cioè i lavori più recenti - della retrospettiva dedicata a Georges Schwizgebel: autore che ha incantato la platea udinese per la ricchezza della sua invenzione artistica, la purezza dei soggetti – fiabe, la perfetta delicatezza del tratto e dell’accompagnamento musicale. L’incontro delle ore 18.00 (spazio speciale quotidiano riservato alla chiacchierata – intervista a cura da Parola Bristot) è con Michele Bernardi dello Studio Grafus. Amico e collega di Toffolo, quest’artista si fa notare già negli anni Ottanta, realizzando l’animazione della prima serie televisiva della Pimpa. Ultimamente ha lavorato per grandi enti pubblici e privati (come Rai e Telecom) nella realizzazione di spot e sigle, nonché video per gruppi musicali. In serata vedremo alcuni suoi lavori: Tinnitus #1, in concorso al Piccolo Festival, e Non mi manca niente, video dell’omonimo pezzo dei Tre Allegri Ragazzi Morti. All’aperitivo con gli autori delle ore 19.30 al Bar Visionario segue il denso programma di proiezioni. Ospite in sala alle ore 20.45 sarà anche Andrea Martignoni, artefice delle musiche di Muto, l’ultima opera del famoso artista Blu e presentato a Udine nella sezione competitiva animAZIONE 02. Alle ore 22.00 interverrà invece Ignazio Morello, giovane artista calabrese, il cui corto Marco è meritatamente inserito per la sua estrema originalità nella sezione CULT . La giornata del Festival si conclude come d’abitudine con VJ e DJ set al bar Visionario a ingresso gratuito. Info: tel. 0432/299545 www.upfan.org