DEiventano Itineranti le mostre del candiani di Mestre

Pocket News

Mestre (VE) - Il Centro Culturale Candiani è sempre più presente sulla scena culturale internazionale e, come sottolinea il suo direttore Roberto Ellero, non solo come organizzatore di iniziative di notevole livello ma anche in qualità di soggetto attivo nella produzione eventi culturali, come testimonia il fatto che due delle esposizioni più importanti realizzate dal Centro mestrino siano state ora richieste altrove.

La mostra Bellissima. Dive, divine, divette a Venezia. Fotografie dall’Archivio Graziano Arici, che tanto successo ha riscosso a Mestre nel 2006, sarà  allestita  nella Chapelle des Pénitents Bleus a La Ciotat  in Francia  dal 26 luglio al 1 settembre p.v.  Foto spontanee, naturali o anche  rubate che immortalano le protagoniste  della Mostra del Cinema  negli anni Cinquanta e Sessanta del secolo scorso quando era l’intera città a diventare un gigantesco set cinematografico; tutte le signore del cinema, attrici già affermate, ma anche le aspiranti, le artiste e le cantanti, le outsider… che facevano la gioia dei fotografi dell’epoca.  

La seconda bellissima mostra è quella realizzata dal Centro Culturale Candiani con l’Associazione Culturale Galleria Contemporaneo in omaggio al grande fotografo Gabriele Basilico  scomparso il 13 febbraio 2013 a Milano, dove era nato nel 1944, che sarà allestita nel mese di settembre a Novara nel Centro Culturale Urbano Casa Bossi.
E’ un rapporto di lunga data quello tra Basilico - che partecipò con un lavoro pensato esplicitamente per l'occasione alla mostra d'apertura del Centro Candiani, TerraFerma, – e la terraferma veneziana.  Basilico, uno dei più grandi fotografi a livello internazionale, con il suo sguardo “liberato da moralismi, da ideologie, dall’incubo latente del “pregiudizio” ci ha educato a guardare la città anche nei suoi lati meno evidenti, invitandoci ad un dialogo non distratto con i luoghi dove viviamo. Da qui l’allestimento a Novara che porterà alla realizzazione di un’analoga iniziativa denominata “RI-pensare Novara” che proprio dall’esempio rethinking MESTRE”vuole trarre spunto e ispirazione e che, inserita nella rassegna “novarArchitettura, animerà la vita della città coinvolgendo i principali contenitori culturali con mostre, esposizioni, eventi e incontri.

La richiesta di prestito da parte di altri  soggetti culturali è quindi motivo di grande soddisfazione per il Centro Culturale Candiani che, oltre a riconfermarsi come il maggior produttore per numero di eventi culturali del territorio, vede accrescere la sua notorietà anche in ambito internazionale e finalmente riconosciuto il valore della propria attività di  ideatore di eventi culturali.

Info: Centro Culturale Candiani
tel. 041.2386111
candiani@comune.venezia.it
www.comune.venezia.it/candiani