B.Motion 2009: tra nuovi e vecchi vincitori Operestate celebra gli artisti nati dal Premio Scenario

Foyer

[img_assist|nid=23193|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]Bassano del Grappa (VI) - Mercoledì 2 settembre vanno in scena a Bassano, per la prima volta insieme nella stessa serata, i vincitori delle ultime due edizioni del Premio Scenario, una delle poche realtà in Italia a svolgere una ricognizione sistematica del nuovo, e una più attenta risposta alla straordinaria creatività delle giovani generazioni. In programma i vincitori dell’edizione 2009 Codice Ivan con lo studio di Pink me and the roses e i vincitori dell’edizione 2007 Babilonia Teatri con il secondo spettacolo della personale a loro dedicata dal titolo Pop star.

Con Pink, Me & The Roses i tre performers di Codice Ivan non solo rivelano ciò che succede dietro le quinte, ma anche come sono arrivati alla messa in scena. Il processo, il making off irrompe su di un palcoscenico essenziale: pochi oggetti, pochi colori, poco spazio e ben marcato. Ancora una volta si tenta di costruire l’ennesima finzione, ma siamo oltre la narrazione e l’inganno non regge più. Improvvisamente la scatola nera diventa bianca: la vita irrompe, si presenta, è lì, imbarazzante, ti guarda e come è arrivata si allontana, torna dietro la maschera. I tre componenti di Codice Ivan sono rimasti imprigionati, non loro malgrado ma volontariamente, dentro il teatro stesso.

Pink, Me & The Roses ha vinto il Premio Scenario 2009 con la seguente motivazione: Porsi una domanda sull’arte, mentre l’arte ci interroga sulla nostra irriducibile natura… I giovani di Codice Ivan sembrano accedere al teatro da ingressi decentrati che, assunti in piena consapevolezza, offrono un’angolazione speciale allo sguardo… Così, la favola antica sull’impossibile collaborazione fra la rana e lo scorpione apre la scena alle domande sul perché tutti i nostri tentativi di dialogo sembrino destinati all’insuccesso; e sul perché sia proprio il linguaggio a segnarne il fallimento…

Altra atmosfera quella che caratterizza il lavoro di Babilonia[img_assist|nid=23194|title=|desc=|link=none|align=right|width=640|height=427] Teatri in Pop star, uno spettacolo volutamente scanzonato, che sceglie di non essere drammatico per raccontare una realtà che lo è in modo profondo. Un lavoro allo stesso tempo lineare e delirante. Che coniuga rigore formale e follia narrativa. Dove la fissità degli attori sul palco diventa la forza della messa in scena. L’unico modo che permette alla storia di vivere senza bisogno di interpretarla. La via che consente di introdurre degli inserti esplosivi grazie ai quali restituire la forza, la violenza, l’ironia della messa in scena.

Pop star è un intreccio da districare, è l’idea di un destino comune e inarrestabile, un labirinto senza via d’uscita. E’ il viaggio di un odierno titanic alla ricerca del suo iceberg. L’attesa di un principe azzurro che non arriverà mai. E’ la corsa di chi non si ferma per non sapere cosa è rimasto alle spalle, per non vedere ciò che ci circonda. Una corsa verso il successo. Il sogno di un arrivo, una fine, un traguardo. Un testo colorato e nero al contempo, violento ed ironico, crudele e commovente. Un concentrato di contraddizioni, che colpisce per la crudezza del linguaggio e la capacità di raccontare un’epoca dove tutto sembra sfuggire al controllo.

Dal 25 agosto al 6 settembre 2009

Operaestate Festival Veneto 2009 - B.Motion 2009 - B.Motion Teatro

CSC Garage Nardini - Bassano del Grappa (VI)

Mercoledì 2 settembre

ore 21.00

Codice Ivan (Italia) - Pink, Me & The Roses Vincitore Premio Scenario 2009

ore 21.40

Babilonia Teatri (Italia) - Pop star

 

Info: Biglietteria del Festival

tel. 0424.524.214 - 0424.217811

www.operaestate.it