Error message

Il file non può essere creato.

Al Centro Culturale di Mestre l’attesa proiezione del documentario Il sole non ignora alcun villaggio di Silvio Soldini e Giorgio Garini

Pocket News

Mestre (VE) - E’  l’Associazione Fratelli dell’Uomo l’ospite della Fabbrica della cultura di novembre che si presenta al pubblico mestrino con tre appuntamenti che affrontano alcune delle tematiche mission dell’organizzazione - il co-sviluppo e la sostenibilità/sovranità ambientale nel sud del Mondo, i diritti umani e il diritto in generer nel nostro territorio,  la nuova idea di cooperazione internazionale dell’Associazione - organizzati in collaborazione con il Centro Culturale Candiani e il Centro Donna del Comune di Venezia.

Venerdì 4 novembre alle ore 21.00 al Centro Culturale di Mestre l’attesa proiezione del documentario Il sole non ignora alcun villaggio (2010, 42’) di Silvio Soldini e Giorgio Garini. L’incontro con la partecipazione  di Andrea Foschi, Stefano Lentati e i registi, sarà l’occasione per raccontare attraverso la testimonianza di Stefano Lentati, responsabile progetti Africa di Fratelli dell’Uomo, come nasce l’idea di sostenere un gruppo di contadini locali con un progetto di solare fotovoltaico in un piccolo villaggio rurale senegalese. I registi del film racconteranno poi l’incontro tra il mondo del cinema e quello della cooperazione internazionale, testimoniando la loro prima esperienza in un progetto di co-sviluppo locale. Come cornice, la documentazione fotografica di Andrea Foschi sull’energia solare fotovoltaica con foto del progetto e del backstage del documentario e la possibilità di conoscere il fotografo.

I prossimi incontri sono in programma  venerdì 11 novembre, ore 17.00 Italia: donne in ombra o donne in cammino? con Tiziana Agostini, Carla Bertolo, Roberta Gallana, Elena Pisano e il Centro Donna del Comune di Venezia e  venerdì 18 novembre, ore 21.00 Cooperare bio diversamente: testimonianze di scambi Nord-Sud con Elena Pisano, Andrea Giubilato e Luca Conte della scuola esperienziale e con la partecipazione video dei partner africani e latino-americani. (ingresso libero)
                                            
L’Associazione Fratelli dell'Uomo, è un'organizzazione non governativa di cooperazione internazionale presente in Italia dal 1969 (Lombardia, Veneto e Toscana) grazie ad un’idea di Adolfo Soldini che decise di aprire a Milano la sede italiana di Frères des Hommes (oggi presente in Belgio, Francia, Italia e Lussemburgo). Dopo i primi anni di interventi di carattere assistenziale a favore di uomini e donne in condizioni di grave disagio sociale è passata a sostenere attività mirate a favorire uno sviluppo partecipato e sostenibile, appoggiando progetti e programmi di diversi partner locali (associazioni, movimenti, gruppi) in Africa e America Latina. In questi paesi opera in un’ottica di partenariato: le azioni sono condotte ed ideate direttamente con gruppi organizzati, movimenti ed O.N.G. locali che combattono il sottosviluppo, in modo che diventino "soggetti di cambiamento" nel loro contesto per favorire la consapevolezza e la diffusione di una cultura di solidarietà e di cooperazione. Il progetto educativo e culturale di Fratelli dell’Uomo ha come scopo la formazione di cittadini europei coscienti delle interdipendenze tra gli esseri umani e capaci di confronto con le altre culture.