Alina Marazzi e Luigi Lo Cascio: doppio incontro al Visionario di Udine

ConSequenze

UDINE – Doppio appuntamento al Visionario con due grandi protagonisti del cinema italiano: sabato 13 aprile sarà la regista milanese Alina Marazzi ad incontrare il pubblico, accompagnando Tutto parla di te, mentre lunedì 15 aprile tornerà a Udine Luigi Lo Cascio, che presenterà agli spettatori La città ideale, sua opera prima come regista.

Ma osserviamo, più da vicino, i due film.

Tutto parla di te racconta (sono parole della stessa Marazzi) quel sentimento in bilico tra l’amore e il rifiuto per il proprio bambino: l’ambivalenza del sentimento materno e la fatica che si fa ancora oggi ad accettarla e affrontarl». Pauline (Charlotte Rampling) torna a Torino per la prima volta dopo molti anni e riprende contatto con Angela (Maria Grazia Mandruzzato), che ora dirige un Centro per la maternità. Qui Pauline intraprende una ricerca sulle esperienze e i problemi delle mamme di oggi, a partire da testimonianze, fotografie e video raccolti da Angela.

Tra le mamme che frequentano il Centro c’è Emma (Elena Radonicich), una giovane danzatrice, bella e sfuggente, in crisi profonda: non sa come affrontare le responsabilità cui la maternità la costringe, vede la sua vita a un punto fermo, si sente sola e incapace. Tra le due donne si sviluppa un rapporto di complicità che in un gioco di rispecchiamento porterà Pauline a fare i conti con il proprio tragico passato e permetterà a Emma di ritrovare un senso di sé.

La città ideale (Premio De Sica per la miglior opera prima, Premio Arca Cinema Giovani per il miglior film italiano alla Biennale di Venezia 2012) segna, invece, l’esordio dietro la macchina da presa di Luigi Lo Cascio, che firma anche soggetto e sceneggiatura. Al suo fianco, tra gli altri, Roberto Herlitzka e Luigi Maria Burruano.

Michele Grassadonia è un fervente ecologista che ha lasciato Palermo per trasferirsi a Siena, che lui considera, tra tutte, la città ideale. Da quasi un anno sta portando avanti un esperimento nel suo appartamento: riuscire a vivere in piena autosufficienza, senza dover ricorrere all’acqua corrente o all’energia elettrica. In una notte di pioggia, Michele rimane coinvolto in una serie di accadimenti dai contorni confusi e misteriosi. Da questo momento in poi, la sua esperienza felice di integrazione gioiosa nella città ideale comincerà a vacillare.

Nella vita – spiega Lo Cascio – possono capitare dei momenti in cui le parole diventano cruciali. In queste occasioni, per fortuna rare, sbagliare una sillaba, mostrare delle contraddizioni, esibire incertezze nella ricostruzione degli eventi che ci sono accaduti sono inciampi che possono segnare per sempre il nostro destino….

Icona del cinema d'autore, Luigi Lo Cascio (un David di Donatello e una Coppa Volpi tra gli effetti personali) ha lavorato con i migliori registi italiani, da Giordana a Tornatore passando per Bellocchio e Martone, ma non ha certo dimenticato il suo primo amore: il teatro. Teatro che, negli anni Novanta, lo ha portato a lavorare a Udine con il CSS Teatro stabile di innovazione del Friuli Venezia Giulia (ricordiamo Il labirinto di Orfeo, Verso Tebe, Gloria del teatro immaginario) e a rinnovare l’antico sodalizio nel 2008 con lo spettacolo La caccia.

Sabato 13 aprile 2013, ore 20.30

Visionario, via Asquini 33 - UDINE

Proiezione di Tutto parla di te e incontro con la regista Alina Marazzi

Lunedì 15 aprile 2013, ore 21:00

Visionario, via Asquini 33 - UDINE

Proiezione di La città ideale e incontro con il regista Luigi Lo Cascio

Info: C.E.C. - Centro Espressioni Cinematografiche / Comunicazione
tel. 0432/299545
info@cecudine.org
www.visionario.info