Al via a Padova I Notturni d’Arte 2012 dedicati ai Quattro elementi naturali

Rassegne

PADOVA - Anche quest’anno i Notturni d’Arte, giunti alla XXVI edizione, si presentano con un calendario di visite e di spettacoli particolarmente ricco. Ventisei serate per conoscere monumenti e storie della città, con corredo di undici spettacoli che vanno dalla danza classica, al teatro, al flamenco, alla musica classica, al jazz per chiudere con la Civica Orchestra di Fiati di Padova.

Un programma che ancora una volta appassionerà i padovani rimasti in città nel mese di agosto e i turisti in visita. I quattro elementi naturali che quest’anno fanno da filo conduttore ai Notturni d’Arte - dice l’Assessore alla Cultura del Comune di Padova Andrea Colasio – da un lato, con la loro grande forza simbolica ed evocativa ci portano alle nostre radici, dall’altro fanno da ponte alle proposte del RAM alle quali stiamo già lavorando e in particolare alla grande mostra di Fabrizio Plessi Il flusso della Ragione, che da ottobre si aprirà al Palazzo della Ragione».

Anche quest’anno – afferma il Capo Settore Attività Culturali e curatrice della rassegna, Mirella Cisotto Nalon – i Notturni non si fermano in città, ma, in ben nove occasioni, si spostano sul territorio provinciale facendo tappa ad Abano Terme, a Montegrotto, a Carceri, a Cinto Euganeo, a Due Carrare, a Baone e a Legnaro. E anche quando – prosegue – restano all'interno di Padova, le visite non riguardano esclusivamente i siti più noti del centro storico, ma si allargano ai quartieri dove è possibile scoprire altre inaspettate ricchezze del territorio, come il Centro Sperimentale per i Modelli Idraulici di Voltabarozzo, il museo di Esapolis o l’aeroporto “Gino Allegri.

S’incomincia venerdì 27 luglio all’Orto botanico con le visite guidate e uno spettacolo di danza a cura di A.N.D.A. in collaborazione con l’UNESCO per spostarsi sabato 28 luglio ad Abano per una visita al Museo Internazionale della Maschera Amleto e Donato Sartori e uno spettacolo sui quattro elementi nel Mascheramento urbano.
La settimana successiva aria, terra e fuoco s’incontrano martedì 31 luglio con la visita al Museo La Specola e all’Oratorio di San Michele, accompagnata dalla lettura di brani dal romanzo di Laura Walter La voce delle stelle. Il giorno successivo, mercoledì 1 agosto alle ore 18 sarà possibile esplorare le viscere della terra negli scavi archeologici di Palazzo Maldura, con il contributo di Francesca Veronese, e alle 21 a Palazzo Cavalli sempre la terra sarà protagonista, con le collezioni del Museo di Geologia e Paleontologia e del Museo di Mineralogia dell’Università degli Studi di Padova - Centro di Ateneo per i Musei. Giovedì 2 si incomincia alle 17 con un laboratorio didattico (dedicato ai bambini dai 6 ai 12 anni e riproposto per i giovedì 9, 16 e 23 agosto) ai Musei Civici agli Eremitani e alle 21 visita alla Loggia e Odeo Cornaro, per scoprire nelle decorazioni la passione di Alvise Cornaro per la campagna. Molte le proposte per venerdì 3: dalle 19,30 al Giardino Venturini - Natale Le vie d’acqua di Padova, videoproiezione e visita al Burcio Nuova Maria, in collaborazione con l’Associazione Lo Squero e l’Associazione Draghi. Alle 21 alla Fornace Morandi verrà presentato il progetto di restauro. Sabato 4 Padova e il suo antico fiume con la visita al ponte romano di San Lorenzo.

Un Percorso naturalistico in Battello lungo il Bacchiglione, in collaborazione con l’Associazione Amissi del Piovego è la proposta di martedì 7. Il fuoco viene dall’aria: i rifugi antiaerei dentro le mura di Padova, in collaborazione con l’Associazione Comitato Mura di Padova è la riflessione proposta per mercoledì 8 alle ore 21 al Bastione Impossibile. Ancora una proposta di navigazione giovedì 9 con l’Associazione Comitato Mura di Padova per conoscere le Acque e mura nella Padova rinascimentale. Venerdì 10 terra e cielo si incontrano all’antica Abbazia di Santa Maria di Carceri e al Museo della Civiltà Contadina, conservato al suo interno, con concerto a cura del Tritono Ensemble, Tetraktys - La musica dei quattro elementi, musiche di A. Vivaldi, J.S. Bach, B. Marcello e G.Ph. Telemann. Ancora fuori Padova sabato 11 con visita al Museo di Cava Bomba di Cinto
Euganeo, dove Roberto Sannevigo in collaborazione con il Planetario di Padova ci parlerà del cielo
stellato, dopo lo spettacolo di danza Terra, a cura di TriBeFusion.

Martedì 14 Festa dell’acqua al Centro Idrico ed Ecocentro dell’AcegasAps mentre lo spettacolo dei tradizionali Fuochi d’artificio di ferragosto in Prato della Valle mercoledì 15 bene si inserisce nel tema di quest’anno dei Notturni d’Arte. Terra, acqua, aria, fuoco giovedì 16 daranno spettacolo al Planetario, mentre venerdì 17 sarà l’aria la protagonista con la visita al Museo dell’Aria del Castello di San Pelagio. Sabato 18, alle ore 21 visita al Museo Internazionale del Vetro d’Arte e delle Terme, Montegrotto Terme, dove il maestro Franco Bressan esporrà le tecniche di lavorazione del vetro e la serata poi proseguirà con un aperitivo delle terre dei Colli a cura del Consorzio Vini Colli Euganei e con una passeggiata notturna fino a Villa Draghi a cura del Fai di Padova.

Intensa serata al Teatro-giardino di Palazzo Zuckermann martedì 21 con una conversazione di Fabio Zampieri e Andrea Cozza che spiegheranno la corrispondenza dei 4 elementi con gli umori: Elementi, umori, temperamenti e malattie nella storia della medicina, a seguire visita al Museo di Arti Applicate e Decorative e al Museo Bottacin con il filo conduttore del fuoco come elemento essenziale nella lavorazione delle monete e delle ceramiche. A conclusione A Fuego Lento - spettacolo di flamenco a cura della Compagnia Duendarte. Mercoledì 22 alle ore 18 visita al Centro Sperimentale per Modelli Idraulici di Voltabarozzo e alle ore 21 al Museo Vivente degli Insetti, dei Bachi, delle Api di Esapolis.

Giovedì 23, ore 19, navigazione in battello alla scoperta delle Acque e mura nella Padova medievale, in collaborazione con l’Associazione Comitato Mura di Padova e alle 21 visita al Parco delle Energie Rinnovabili - Fondazione Fenice Onlus. Spostandoci a Baone venerdì 24 potremo visitare Il Museo Naturalistico di Villa Beatrice d'Este, degustando vini del Consorzio Vini Doc. A seguire spettacolo Sogno di una notte di mezza estate, a cura del Teatrortaet. Sabato 25 ancora una riflessione sull’elemento acqua alle ore 18 al Palaturismo di Montegrotto Terme, con la conversazione di Maurizio Rippa Bonati La terapia delle acque nelle Terme Euganee e con la visita alle aree archeologiche di via Scavi e via Neroniane sempre a Montegrotto. Dall’acqua all’aria restando a Montegrotto Terme e visitando alle ore 21 Butterfly Arc con le magnifiche farfalle e le suggestioni del
bosco delle fate.

L’ultimo fine settimana dei Notturni d’arte 2012 inizia martedì 28 con Il cielo di Giotto alla Cappella degli Scrovegni e alle 21 con la visita al Museo d’Arte e al Museo Archeologico dei Musei Civici agli Eremitani. Mercoledì 29 alle 17,30 l’Aeroporto di Padova “Gino Allegri” aprirà i cancelli per raccontarci la sua storia che nasce nel 1918. Alle ore 21 a Battaglia Terme, visita al Museo della Navigazione fluviale e proiezione del cortometraggio di Pierluigi Fornasier La memoria dell’acqua; per finire, lo spettacolo Le voci dell'acqua, testi e lettura di Gian Pietro Barbieri, musiche originali eseguite da Giacomo Li Volsi. Alla ricerca nel campo della produzione degli alimenti, della gestione delle risorse ambientali e naturali, della medicina veterinaria e della sicurezza alimentare è dedicata la giornata di giovedì 30 con la visita (ore 21) al Campus universitario di Agripolis a Legnaro, arricchita dalla conversazione di Fabio Vianello dal titolo Crudo o cotto? e di Paolo Sambo dal titolo I prodotti agroalimentari e floricoli tipici tra conservazione e innovazione. La serata si conclude con un
Concerto d’autore, a cura del gruppo musicale Infeltrio.

Ancora un luogo d’istruzione, l’Istituto Statale d’Arte “P. Selvatico”, venerdì 31 con la presentazione dei laboratori d’arte. A seguire Crank Jazz Trio in concerto. La conclusione ufficiale dei Notturni 2012 si terrà al Palazzo della Ragione sabato 1 settembre alle ore 21, con visite guidate in Salone alla ricerca de I quattro elementi nell’astrologia a Palazzo della Ragione e per concludere la serata l’esibizione della Civica Orchestra di Fiati di Padova.

Dal 27 luglio al 1° settembre 2012

PADOVA - location varie

Notturni d’Arte. I quattro elementi naturali

Direzione e cura di progetto Mirella Cisotto Nalon

Biglietti: Acquisto del biglietto “Notturni d’Arte”, fino a esaurimento della disponibilità, presso il Settore Attività Culturali in via Porciglia 35 da sabato 21 luglio (Orario dal lunedì al venerdì: 8-16, sabato: 8-13, chiuso domenica e mercoledì 15 agosto).

Costo biglietti Notturni d’Arte
Biglietto unico € 3 a persona per l’accesso ad una singola serata (per la singola serata, solo se ancora disponibile, si potrà acquistare anche durante la sera stessa).
Biglietto € 6 a persona per l’accesso a 3 serate.
Costo della guida stampata € 4.
Biglietto € 10 a persona per l’accesso a 4 serate più la guida stampata.
Ingresso gratuito per bambini fino ai 12 anni (tranne per i pomeriggi a loro dedicati).

Il biglietto dovrà essere esibito all’inizio della serata per comprovare l’avvenuto pagamento.

II biglietto “Notturni d’Arte” non è richiesto per le serate in cui è previsto il biglietto d’accesso al monumento: Cappella degli Scrovegni, Planetario di Padova, La Specola, navigazione in battello.

L’accesso ai siti è garantito fino ad esaurimento dei posti.
Non è previsto alcun rimborso in caso di mancata partecipazione o di mancato svolgimento della serata per motivi indipendenti dall’organizzazione.
Si richiede la puntualità.

Info: Settore Attività Culturali

tel. 049/8204501-26 in orario d’ufficio

perettom@comune.padova.it

padovacultura.padovanet.it