L'opera-rock friulana Lemuri diventa un fumetto per il mercato internazionale

Pocket News
Dopo lo show al festival più importante del mondo (di Angoulême) firmato il contratto di edizione internazionale con il colosso Glénat

PORDENONE - Lemuri il Visionario è decisamente un progetto anomalo. Un musicaldisegnato che parla di musica e sogni, attraverso la musica e il fumetto. Il tutto nasce in Friuli, a Pordenone dalle matite di Giulio De Vita fumettista celebrato oltralpe e dalle note di Vittorio Centorne, ex Great-Complotto oggi compositore, arrangiatore, interprete solido ed esperto.  

L'Eroe oltre confini di questa storia si chiama Lemuri, un musicista dall'aspetto bizzarro (i suoi abiti sono stati realizzati dalla maison d'alta moda  internazionale Archetipo con sede nell'udinese)  che si incarna dai disegni di un fumetto per raccontare al mondo le proprie avventure visionarie.

Uno spettacolo nostalgico e innovativo che parte dal recupero del concept-album svilppato alla fine degli anni 60 con gli Who e lo rinnova con la rappresentazione visiva della proiezione di disegni che si susseguono sequenzialmente sullo schermo dietro i musicisti. Il tutto non é più un concerto, non è più una performance, non è più un film, né un disegno animato, è un fumetto musicale live, dove la musica è la colonna sonora del disegno e il disegno è la rappresentazione narrativa dell'emozionalità delle canzoni, ma insieme costituiscono un'esperienza narrativa nuova.  

L'opera recentemente presentata ad Angoulême, il festival di fumetti francese più importante al mondo con 250mila visitatori paganti. Lemuri si è esibito con tale successo, da ricordare la chicca per i collezionisti del cofanetto inciso e serigrafato in tiratura limitata prodotto esclusivamente per l'evento francese contenente fumetto, disco con le 14 canzoni originali e DVD della priezione dei disegni prodotto dalla sempre friulanissima Graphistudio, eccellenza mondiale della stampa digitale, ora diventerà un fumetto cartonato per il mercato internazionale. 

L'editore sarà nientemeno che Glénat éditions, colosso dell'editoria francobelga presente sul mercato da ormai 40 anni. I disegni saranno realizzati sempre dal pordenonese Giulio De Vita. Come sempre avviene, le idee più innovative e coraggiose spaventano i pesci piccoli e interessano le menti più aperte. È il caso di Jacques Glènat che così come hanno fatto imprenditori nostrani che guardano oltre il territorio,  ha compreso il grandissimo potenziale di questo progetto, e sono contento di essere fautore di un progetto che porta in se le radici dichiarate anche narrativamente le radici della propria provenienza tutta Friulana. 
De Vita, al momento al lavoro sul quarto episodio de I mondi di Thorgal (nella top 20 delle migliori vendite francesi) inizierà a disegnare Lemuri le Visionnaire prima dell'estate per consegnare l'opera alle stampe per l'anno prossimo. 
Intanto Lemuri il visionario proseguirà le proprie apparizioni live in altri presigiosi appuntamenti internazionali.