Dedica 2010: con il primo incontro di Enserberger con la città al via la sedicesima edizione della rassegna pordenonese

Rassegne
[img_assist|nid=25725|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]PORDENONE - Si apre a Pordenone la 16. edizione del festival Dedica, incentrata quest’anno sullo scrittore, poeta tedesco e soprattutto intellettuale e pensatore tra i più eclettici e significativi del panorama europeo, Hans Magnus Enzensberger. Per due settimane – fino al 27 marzo - la città si raccoglierà attorno al pensiero e alle opere di Enzensberger, senza intenti celebrativi, ai quali per altro Enzensbger rifugge da sempre. Dedica sarà un’occasione per conoscerlo ma soprattutto per stimolare confronti e discussioni sui grandi temi dei quali è portatore. Enzensbeger arriverà in città direttamente domani, da Monaco di Baviera, accolto dal curatore di Dedica Claudio Cattaruzza. Nel pomeriggio riceverà il primo affettuoso saluto del festival e del pubblico nel Teatro Verdi di Pordenone, alle 16.30 (le porte del Comunale saranno aperte mezz’ora prima). Sarà il responsabile delle pagine culturali di “Repubblica” Antonio Gnoli a guidare la conversazione con Enzensberger, che fornirà anche occasioni di approfondimento attraverso la monografia” Dedica  a Hans Magnus Enzensberger” pubblicata da Thesis e il nuovo libro dell’autore Josefine e io pubblicato da Einaudi in occasione di Dedica. Enzensberger sarà a Pordenone anche domenica mattina per il secondo appuntamento del festival, insieme al critico letterario e [img_assist|nid=26819|title=|desc=|link=none|align=right|width=640|height=469] saggista Alfonso Berardinelli: alle 11, nel Museo civico di storia naturale, sarà aperta  la mostra Macchine per fare poesie che permettono di giocare con la parola,  progettate dallo stesso Enzensberger. Da lunedì a mercoledì lo scrittore tedesco si trasferirà a Venezia, ospite dell’amico commediografo e drammaturgo cileno Gaston Salvatore, che deve proprio a Enzensberger, noto anche come editore, il suo esordio come scrittore. Pubblicò infatti le sue poesie su “Kursbuch”, celebre rivista letteraria che ospitava, fra le altre, le poesie di Ingeborg Bachman e Mao Tze Tung Enzensberger tornerà a Pordenone giovedì 18 marzo per ricevere il Sigillo della città da parte del Sindaco (alle 11, nel  Municipio) e per partecipare, nel pomeriggio, all’incontro al quale tiene in modo particolare, riservato esclusivamente agli studenti delle scuole superiori. Sempre giovedì, alle 20.45, sarà protagonista al Verdi della serata dedicata alla comunicazione, l'informazione e le nuove tecnologie condotta dal direttore di programmi di Radio 3 Marino Sinibaldi e alla quale parteciperà  anche il sociologo e teorico della comunicazione di fama mondiale Derrick de Kerckhove. Venerdì 19 Enzensberger si fermerà in città giusto il tempo di riabbracciare, dopo molti anni, il suo vecchio amico René Burri, uno dei maggiori fotoreporter viventi, del quale Dedica avrà l’onore di ospitare una straordinaria mostra, dal titolo, “I tedeschi” (che sarà inaugurata sabato 20 marzo alle 17, nella galleria Sagittaria), quindi ripartirà per Monaco.Anche importanti nomi dello spettacolo si riuniranno a Pordenone attorno a Enzensberger. Massimo De Francovich martedì 16 marzo (ore 20.45, convento di San Francesco) sarà protagonista della mise en espace Il loro onore si chiama viltà, prodotta dal festival, regia e riduzione del testo di Enzensberger a cura di Serena Sinigaglia. Moni Ovadia e Ruggero Cara saranno sul palco di Dedica lunedì 22 marzo (20.45, Teatro Verdi) con un lavoro tratto dal testo di Enzensberger  Dialoghi tra immortali morti e viventi.Non mancherà un’incursione nel cinema di Enzensberger, con le proiezioni dei film Durruti. Biografia di una leggenda e Requiem per una donna romantica (martedì 24 marzo dalle 18.30 nel Ridotto del Verdi). Uno dei libri più celebri dello scrittore tedesco, Esterhazy, storia di un coniglio, sarà inoltre oggetto di una lettura teatrale per bambini e ragazzi curata da Chiara Carminati (venerdì 26 marzo, 17.30, convento di San Francesco). E sarà un intreccio tra parola e musica a chiudere il festival, sabato 27 marzo (ore 20.45, Convento San Francesco): il recital di poesie di Enzensberger Ordine del giorno affidato a Peppe Servillo (voce) e Fausto Mesolella (chitarra) degli Avion Travel.   Dedica 2010   Dal 13 al 27 marzo 2010 PORDENONE - locations varie Dedica a Hans Magnus Enzensberger   Il programma Sabato 13 marzo, ore 16.30 Teatro Comunale Giuseppe Verdi Dedica a Hans Magnus EnzensbergerConversazione con Hans Magnus Enzensberger e Antonio GnoliInterviene Claudio Magris Domenica 14 marzo, ore 11.00 Museo Civico di Storia Naturale Macchine per poesia inaugurazione della mostra delle opere di Hans Magnus Enzensbergera cura di Gianni e Silvia Pignatpresentazione di Alfonso Berardinelli, interviene Hans Magnus Enzensberger martedì 16 marzo, ore 20.45 Convento San Francesco ll loro onore si chiama viltà Mise en espace da Prospettive sulla guerra civile di Hans Magnus Enzensberger con Massimo De Francovichriduzione e regia di Serena Sinigagliaproduzione Thesis/Dedica Festival Giovedì 18 marzo ore 11.00 Municipio Consegna del Sigillo della città ad Hans Magnus Enzensberger  cerimonia ufficiale Parole e immagini per Hans Magnus Enzensberger  premiazione degli studenti ore 20.45 Teatro Comunale Giuseppe Verdi Metaformosi del mondo e dalla conoscenza conversazione con Hans Magnus Enzensberger, Derrick de Kerckhove, Luca De Biase, Mario Perniola, conduce Marino Sinibaldi Sabato 20 marzo, ore 17.30 Galleria Sagittaria I tedeschi. La Germania degli anni sessanta nelle fotografie di Renè Burri inaugurazione della mostra, interviene René Burripresentazione di Giancarlo Pauletto e Marina Sparavier Lunedì 22 marzo, ore 20.45 Teatro Comunale Giuseppe Verdi Sull'eclisse della storia lettura teatrale da Dialoghi tra immortali morti e viventi di Hans Magnus Enzensberger  con Moni Ovadia e Ruggero Caraper Thesis/Dedica Festival Martedì 24 marzo Ridotto del Teatro Comunale Giuseppe Verdi Hans Magnus Enzensberger Movie ore 18.30: Durruti. Biografia di una leggendaregia di Hans Magnus Enzensberger ore 21.00: Requiem per una donna romanticaregia di Dagmar Knöpfel, Hans Magnus Enzensberger interviene Dagmar Knöpfel Venerdì 26 marzo, ore 16.00 e 17.30 Convento di San Francesco Esterhazy. storia di un coniglioLettura per bambini e ragazzi dall’omonimo lavoro di Hans Magnus Enzensberger e Irene Dische A cura di Chiara CarminatiPer Thesis Dedica Festival Sabato 27 marzo, ore 20.45 Convento San Francesco Ordine del giornorecital di poesie di Hans Magnus Enzensberger a cura di Peppe Servillo con Peppe Servillo (voce) e Fausto Mesolella (chitarra)per Thesis/Dedica Festival Biglietti, letture teatrali del 16 e 27 marzo: € 6,00 (posto numerato) Lettura teatrale del 22 marzo: € 10 per adulti, € 5 per studenti fino ai 25 anni.Tutti gli altri appuntamenti sono a ingresso libero. Prevendita È possibile acquistare i biglietti in prevendita nella biglietteria del Teatro Verdi dal 10 marzo (dal lunedì al sabato, orario 14.30-19.00). Gli eventuali biglietti rimasti disponibili saranno messi in vendita nel luogo della manifestazione un’ora prima dell’inizio. Book Corner Durante gli appuntamenti del festival sarà allestito un book corner con le pubblicazioni del festival e i libri di Enzensberger, a cura della libreria Giavedoni-Einaudi di Pordenone. Info: Thesis Associazione Culturale tel 0434 26236 info@dedicafestival.it www.dedicafestival.it