Abitare le lingue

Verso Incroci di Civiltà 2011

Venerdì 1° e sabato 2 aprile 2011

Abitare le lingue
Fare e tradurre poesia nelle lingue della latinità

promosso dall'Unione Latina
in collaborazione con La Casa delle Parole

Il programma

venerdì 1 aprile

ore 15.00
- Apertura, Saluto e introduzione del Segretario Generale dell'Unione Latina, José Luis Dicenta
- Lisa Ginzburg e Riccardo Held conversano con Amos Luzzatto e di seguito con Martin Rueff, Claudio Salvagno, Gaston Salvatore

ore 20.40
Concerto di Sarah Carrère Mbodj e di Olivia Nicosia

sabato 2 aprile

ore 15.00
Lisa Ginzburg e Riccardo Held conversano con Viorel Boldis, Gabriele Frasca, Vera Lúcia de Oliveira, Arnau Pons

Da non perdere, fra gli appuntamenti di avvicinamento a Incroci di Civiltà 2011, una "due giorni" a Santa Margherita sul tema sconfinato, ma rigoroso e cruciale, della traduzione poetica.
Promosse dall'Unione Latina, in collaborazione con La casa delle Parole e con il coordinamento di Riccardo Held, queste due giornate Abitare le lingue vogliono proporre, attraverso le voci di poeti di lingue neo latine, un coro di suoni e di sensi uniformati da autori che sono spinti, sia per ragioni biografiche, sia per scelte culturali e di percorso professionale, da un continuo slancio verso un'altra lingua quando non verso diverse lingue.

Sarà dunque una questione di creazione poetica e di traduzione. La traduzione come passione e lavoro ma anche come qualche cosa di ancora più interiore, come una dimensione che potrebbe dirsi di "translinguismo esistenziale" e che è, ogni giorno di più, propria della poesia contemporanea. Una dimensione che ricorda la saggezza del vecchio Goethe il quale, rifiutandosi di firmare una lettera pubblica in difesa della lingua tedesca, diceva ai giovani che glielo domandavano: "Se volete capire il tedesco, imparate l'italiano o il francese". Partendo dall'idea che è soprattutto in poesia che la traduzione diventa insostituibile per appropriarsi dei caratteri formali della propria lingua materna, ciascuno dei poeti invitati (Martin Rueff, Claudio Salvagno, Gaston Salvatore, Viorel Boldis, Gabriele Frasca, Vera Lúcia de Oliveira e Arnau Pons) sarà sollecitato a parlare della sua esperienza, a leggere, oltre i suoi propri versi, quelli che ha tradotto di altri poeti o che avrà tradotto per l'occasione, scelti tra classici quali Catullo, Virgilio, Dante, Góngora o Mallarmé, o ancora Fernando Pessoa, Juan Ramón Jiménez, Sandro Penna, Paul Valéry, Mihai Eminescu.

Le due giornate saranno inoltre occasione per parlare di un'altra forma di traduzione, quella che appartiene al linguaggio musicale. Un concerto riunirà due importanti artiste: Sarah Carrère MBodj, cantante, musicista e compositrice, di origine bretone-senaglese, una tra le poche donne a suonare l'antico strumento della kora, e l'attrice e cantante francese Olivia Nicosia, il cui repertorio coincide con un vero e proprio viaggio iniziatico tra le lingue. Abitare le lingue. Fare e tradurre poesia nelle lingue della latinità fa parte del "prologo" alla quarta edizione dell'incontro internazionale di letteratura Incroci di civiltà promosso dalla città di Venezia.

Scheda Evento

Location:
Auditorium Santa Margherita - VENEZIA