Roberta Franchetto - La Carne come Neve

Nel centro di Udine uno storico negozio, riportato recentemente alle origini, e una associazione di promozione culturale, “Ampio parcheggio”, iniziano una collaborazione per realizzare un percorso espositivo all’interno di spazi inconsueti per l’arte contemporanea. L’intento è quello di permettere la contaminazione tra la moda e  la cultura per rendere questa parte della città un luogo sempre più accogliente e aperto alle migliori esperienze regionali, e non solo, delle arti visive.

Ampio Parcheggio nasce con l’obiettivo di sperimentare l’esistenza di un mercato (non solo in senso commerciale) alternativo per l’arte,  di aumentare la curiosità delle persone per le opere contemporanee, ricercando i collezionisti tradizionali ma anche cercandone e magari creandone di nuovi attraverso la partecipazione diffusa dei cittadini all’esperienza artistica. Opere che tutti possono permettersi, per togliere la patina di irraggiungibilità che il mercato delle aste milionarie  e delle gallerie spesso attribuisce agli artisti odierni. Ampio parcheggio intende, per questo,  mettere in contatto gli artisti e il loro potenziale pubblico.

Spazio Querini, da settembre 2011 il prestigioso Palazzo Sacchia e' stato riportato alle origini trasformandosi in un concept store innovativo e di ricerca. Architettura, abbigliamento, arte e cultura si fondono, animandosi nel corso degli eventi organizzati periodicamente al suo interno.

La prima personale, dal titolo La Carne come Neve,  è dedicata a Roberta Franchetto. Come dice il titolo, l’artista tratta la neve come un corpo vivente, messo a nudo dalla scrittura della luce ed  esposto allo sguardo nella sua totale sensualità e fragilità. La "bianca neve" offesa e umiliata di giorno, si riscatta per divenire femme fatale la notte. Un amore vendicativo, che chiede il conto del tradimento, un amore mai  amato, sedotto ed abbandonato, in attesa di dissolversi appena si fa luce.

Roberta Franchetto abita a Fusine in Valromana. Si diploma presso l’Istituto Statale d’Arte di Udine - sezione grafica e fotografia, e presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia in pittura. Segue i corsi del biennio specialistico con particolare interesse al corso “progettazione spazi sonori” -comparazioni concettuali ed emancipazioni linguistiche tra le arti della visione (categoria spazio-tempo) e dell’ascolto (categoria tempo-spazio). La relazione tra forma naturale e paesaggio urbano diviene percorso di ricerca e continua notazione visiva. Partecipa ad alcune espozioni e progetti collettivi presso: “Teatro La Fenice - VE”, “SPAC Friuli Venezia Giulia”, “Associazione Culturale Colonos - UD”, “Villa Manin - Centro d’arte contemporanea FVG Group”, “Palazzo Grassi - VE”, “Humus Park - PN”

Scheda Evento

Quando:
Venerdì 4 maggio, alle ore 18.00
Location:
Spazio Querini c/o Palazzo Sacchia - UDINE