Giulio Bosetti e la Compagnia Teatro Carcano per La fabbrica della cultura al Candiani

Mestre (VE) - Ultimi incontri martedì 30 e mercoledì 31 ottobre, ore 21.00 al Centro Culturale Candiani con il Teatro Fondamenta Nuove, ospite della Fabbrica della Cultura di ottobre. A chiudere la serie di appuntamenti, molto diversi tra loro, ma certamente rappresentativi delle diverse anime di questa realtà culturale, nella quale convivono un’incessante ricognizione della creatività contemporanea e un fecondo rapporto con la tradizione, i Dialoghi con Socrate con la regia di Giuseppe Emiliani. Lo spettacolo è un viaggio nel pensiero dell’antica Grecia che il regista ha adattato dai testi di Platone come Apologia di Socrate, Critone e Fedone. Interpretato da un mito del teatro italiano come Giulio Bosetti e dalla Compagnia del Teatro Carcano, è uno spettacolo sulle eterne domande. Perché le cose cambiano? Esiste qualcosa di costante nel continuo mutarsi e trasformarsi della vita? L’esistenza dell’uomo è destinata a esaurirsi con la morte? La vita ha un senso? Uno spettacolo di risposte, soprattutto alla domanda posta per la prima volta da Socrate: Come dobbiamo comportarci con i nostri simili? Come uno deve vivere? Il Teatro Fondamenta Nuove di Venezia gestito dall’Associazione Vortice, ha assunto in questi anni un ruolo essenziale nella vita culturale della città, proponendo da un lato una continua indagine sulle arti sceniche contemporanee che passa attraverso le esperienze artistiche più innovative, dall’altro mantenendo con la tradizione un rapporto di stimolante rilettura, attraverso un’attività di produzione volta a valorizzare le potenzialità artistiche locali in una rete di collaborazioni nazionali ed internazionali. Parallelamente a questa ampia indagine sulla creatività contemporanea, il Teatro ha intrapreso un’intensa attività produttiva in ambito teatrale che ha portato a realizzare spettacoli di grandissimo successo come Il Campiello di Carlo Goldoni, La Donna Serpente di Carlo Gozzi, il recente Sior Todero Brontolon con Giulio Bosetti e la regia di Giuseppe Emiliani, ma anche allestimenti contemporanei legati al territorio come Mala Aria di Valentina Fornetti, la versione teatrale del romanzo di Marco Franzoso Tu non sai cos’è l’amore, l’opera multimediale Un Avatar del Diavolo da Artaud, di Roberto Doati per la Biennale Musica 2005. Ingresso: 10 euro posto unico ridotto 8 euro (Candiani Card, CinemePiù, studenti, soci Vortice) Teatro Fondamenta Nuove Cannaregio 5013 – I 30121 Venezia tel. / fax 041 5224498 info@teatrofondamentanuove.it www.teatrofondamentanuove.it