Error message

Il file non può essere creato.

L' O.R.SO. rivoluziona la raccolta dei dati sui rifiuti

UDINE - Si chiama O.r.so. ed è il nuovo software per la raccolta on line dei dati relativi alla produzione dei rifiuti. Il programma, che da oggi è operativo anche in provincia di Udine, è stato presentato dall'assessore all'ambiente Enio Decorte, da Giorgio Matassi e Beatrice Miorin dell'Arpa Fvg ai Gestori e ai Comuni. Al fine di rendere omogenea la raccolta dei dati relativi alla produzione dei rifiuti, la Regione e il Catasto dei rifiuti dell'Arpa Fvg hanno adottato il programma O.r.so. (Osservatorio rifiuti sovraregionale) per l'inserimento degli estremi da parte dei Comuni, dei Gestori e delle Province.
"La Provincia - ha spiegato Decorte -, nell'ambito delle proprie competenze, ha deciso di adottare una nuova metodologia per l'inserimento dei dati e l'elaborazione delle informazioni relative alla raccolta dei rifiuti urbani che consenta a tutti i soggetti pubblici e privati una visione precisa ed aggiornata di quanto avviene sul territorio. Ciò al fine di supportare tutte le iniziative volte al raggiungimento dei due obiettivi principali posti dalla Comunità europea vale a dire la diminuzione della produzione dei rifiuti e l'aumento della percentuale di raccolta differenziata".[img_assist|nid=17922|title=|desc=|link=none|align=right|width=250|height=116]
 
O.r.so., dunque, sostituirà tutte le tradizionali modalità di raccolta e permetterà di costruire una banca dati unificata a livello provinciale e regionale. Il programma web based, predisposto a suo tempo dall'Arpa di Lombardia e Veneto e adottato anche nelle Marche, in Toscana, Liguria e nella Provincia di Trento, è stato testato dai Comuni della Provincia di Pordenone e successivamente anche nelle province di Trieste e Gorizia: in tutte e tre è già operativo. "Il programma - ha commentato Decorte - nasce e tiene conto sia delle esigenze dei catasti di implementare un quadro conoscitivo costantemente aggiornato per i diversi fini istituzionali, sia di quelle degli Osservatori provinciali e regionali sui rifiuti di supportare l'attività di controllo e pianificazione. Ciò significa - ha proseguito - avere a disposizione nei primi mesi di ogni anno i dati relativi alla produzione dei rifiuti urbani dell'anno precedente, al fine di conoscere e diffondere i dati relativi alla produzione di rifiuti e sulla raccolta differenziata, di operare controlli e attività di programmazione sugli impianti di trattamento e smaltimento rifiuti presenti sul territorio". Numerosi i vantaggi introdotti da questo strumento. L'utilizzo di O.r.so. offre agli Enti la possibilità di avere una banca dati dove poter effettuare controlli e archiviazioni in tempo reale. Una volta avviato, inoltre, ci sarà la possibilità di consultare tutti i dati del passato e di trovare caricato l'elenco di tutti i gestori e dei possibili impianti di destinazione. Già in fase di digitazione si potranno avere dei controlli automatici sulla correttezza dei dati nonché la disponibilità di un assistente per la compilazione. Il software permetterà inoltre la generazione automatica del file per la dichiarazione Mud (modello unico di dichiarazione ambientale Mud - o 740 ecologico - è un modello attraverso il quale devono essere denunciati i rifiuti pericolosi prodotti dalle attività economiche, i rifiuti raccolti dal Comune e quelli smaltiti, avviati al recupero o trasportati nell'anno precedente la dichiarazione). "Ai Comuni - ha chiosato Decorte - chiediamo un piccolo sforzo affinché provvedano a utilizzare da subito O.r.so.. L'obiettivo infatti è quello di potere consultare entro aprile i dati relativi al 2008".