La nuvola in pantaloni a Cordenons col duo Scaramucci – Anzovino

Performance

[img_assist|nid=5332|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]Cordenons (PN) – Sarà il duo composto da Fabio Scaramucci e da Remo Anzovino il protagonista del prossimo spettacolo in programma sabato 31 marzo (ore 21.00) all’Auditorium Aldo Moro di Cordenons. I due saranno in scena con il poema La nuvola in pantaloni di Vladimir Majakovskji, qui interpretato da Fabio Scaramucci, eclettico attore e regista,  colonna portante di Ortoteatro.

È una poesia ricca di metafore, di immagini suggestive e sconvolgenti, a detta di molti critici la più bella e la più complessa di Majakovskij; appartiene al periodo prerivoluzionario, fu composta infatti tra il 1914 e il ’15. In un audace dialogo con Dio, dio declassato che ha perduto autorità e mistero, in un dialogo con Maria, la donna amata, il Poeta mette nelle parole rabbia, esasperazione, tenerezza, carnalità… cambiando continuamente tono e registro, passando dal surreale e rarefatto, all’urlato, all’intimo e sussurrato.

La messa in scena voluta da Scaramucci si rifà alle serate cubo-futuriste che Majakovskij proponeva a Mosca negli anni ’20, tese a muovere le coscienze, a provocare e scandalizzare il pubblico, a dare uno schiaffo alla nomenklatura dell’allora nascente Unione Sovietica; in questo senso si capisce l’uso di “programmatico” dato dal poeta all’opera in questione e che si può ben adattare a tutta la sua arte.
Rientra nello stile iconoclasta la blusa gialla con un’enorme[img_assist|nid=5333|title=|desc=|link=none|align=right|width=466|height=640] cravatta nera indossata da Scaramucci, sul modello di quella messa da Majakovskij che soleva dire: un giorno misi un pezzo di stoffa a mo’ di cravatta, ottenni successo; da ciò capii che è la cravatta che rende importante l’uomo, feci quindi della camicia una cravatta e della cravatta una camicia: effetto irresistibile…
Fondamentale è l’apporto di Remo Anzovino, che accompagna l’attore eseguendo in scena la partitura originale per pianoforte da lui appositamente composta e studiata, ottenendo così l’effetto di fondere parola e musica che si valorizzano vicendevolmente.

La nuvola in pantaloni di Vladimir Majakovskji
Con Fabio Scaramucci 
Musiche originali composte ed eseguite da Remo Anzovino
Luci di Giuseppe De Stefano
Regia di Fabio Scaramucci

Info: Auditorium Aldo Moro di Cordenons (PN)
Tel. 0434/932725