Le fiamme e la ragione: Corrado Augias rilegge l’assassinio di Giordano Bruno al Verdi di Pordenone

Foyer
[img_assist|nid=19651|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]PORDENONE - Originariamente prevista per il 17 aprile e rinviata per impegni sopraggiunti a Corrado Augias, approda mercoledì 29 aprile, alle 20.45, sul palcoscenico del Teatro Verdi di Pordenone, in esclusiva regionale, lo spettacolo Le fiamme e la ragione che racconta una delle pagine più tragiche del pensiero scientifico e culturale del nostro paese, l'assassinio mediante condanna al rogo di Giordano Bruno, uno dei massimi geni della storia della cultura occidentale. Dopo gli spettacoli di e con Margherita Hack Variazioni sul cielo e il Matematico e impertinente, un varietà differenziale di e con Piergiorgio Odifreddi, la Promo Music presenta il suo terzo progetto di sincretismo scientifico, culturale, teatrale. E anche in questo caso il protagonista coincide con l’autore dello spettacolo. A salire sul palco nella veste di se stesso sarà appunto Corrado Augias, noto giornalista e uomo di cultura, autore e voce narrante, alle prese con un tema ancora di scottante attualità nonostante i secoli intercorsi: la libertà di pensiero, la laicità dello stato, le ragioni della scienza, il ruolo delle religioni. L’uccisione di Giordano Bruno è caso esemplare, e tra i più feroci – dice Augias - del contrasto che c'era allora, e c'è oggi, tra libera ricerca scientifica, indagine, confronto di opinioni e d'altra parte la volontà di affermare una verità che si ritiene insindacabile. Mandando al rogo Giordano Bruno la Chiesa di Roma non solo toglie la[img_assist|nid=19653|title=|desc=|link=none|align=right|width=640|height=429] vita ad un uomo (fatto di per sé senza possibilità di perdono per chi concepisce la vita come dono inalienabile di Dio), ma sacrifica un mondo scientifico intero, facendo un tragico bis qualche anno dopo con Galileo Galileo, che sarà processato sempre per mano dello stesso carnefice, il Cardinale Roberto Bellarmino, al quale la chiesa di Roma dimostrerà eterna riconoscenza proclamandolo santo. A oltre quattrocento anni dalla Morte di Giordano Bruno, in piena polemica tra relativismo e creazionismo, ascoltare il pensiero di Giordano Bruno attraverso le parole di un punto di riferimento della cultura italiana quale Corrado Augias, è un atto dovuto nei confronti del genio nolano ed un momento di riflessione imprescindibile per atei, agnostici e cattolici sui rispettivi compiti da assolvere in uno stato laico e civile   Mercoledì 29 aprile 2009, ore 20.45 Teatro Comunale Giuseppe Verdi, via Martelli, 2 – PORDENONE Le fiamme e la ragioneGiordano Bruno, Campo dei Fiori, 17 febbraio 1600 di Corrado Augiascon Corrado AugiasE C-Projectdrammaturgia Corrado Augiasmusiche originali di Valentino Corvinomusica dal vivo con C-Project Andrea Agostini: elettronica Fabio Tricomi: Ood, lira calabrese, tamburi creazioni video Andrea Boccascene e costumi di Rosanna Montiregia di Ruggero Cara Una produzione Promo Music Biglietti; interi € 20,00, ridotto € 16,00, € 12,00 Info: tel. 0434 47624 www.comunalegiuseppeverdi.it