Il Trio di Parma esegue pagine di Schubert al Verdi di Pordenone

Classica

PORDENONE - Sarà il Trio di Parma, ensemble di grande prestigio, il prossimo ospite della stagione musicale del Teatro Verdi di Pordenone, venerdì 3 maggio 2013, in Sala grande. Un trio d’eccezione per eseguire un programma tutto dedicato a Schubert.

Il Trio in mi bemolle maggiore, una delle vette della musica schubertiana con pianoforte e la celebre Trota (che sarà eseguita in quintetto: al Trio si aggiungeranno infatti due partners d’eccezione, Simonide Braconi e Giuseppe Ettorre, Prima Viola e Primo Contrabbasso dell’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano). Alla Trota, per altro, si “aggancerà”, piacevolmente l’happy hour che precederà il concerto.

Il Trio in mi bemolle maggiore già al suo apparire, sul finire del 1827, destò la meraviglia e l’entusiasmo del pubblico. Se è vero che in quell’epoca la presenza della tastiera porta tanta musica cameristica a disperdersi in pagine di brillantezza svagata, di virtuosismo, di teatralità, qui ci troviamo invece di fronte ad una pagina assai meno rispondente al gusto diffuso, di cui le idee musicali trovano una raffigurazione strumentale perfetta.

Molto esteso, dura circa 45 minuti, questo Trio consta di 4 movimenti: un Allegro composto su tre temi di differente carattere; un Andante con moto basato su un motivo di ispirazione popolare sullo sfondo di un accompagnamento in forma di marcia, dalla intensità dolorosa e ossessiva (Kubrick lo utilizzò nella colonna sonora del film Barry Lyndon); uno Scherzo d’impronta serena e rustica; un conclusivo Allegro moderato che, dopo un avvio del solo pianoforte, recupera nei due episodi successivi il motivo lirico dell’Andante. (Andrea Zaniboni)

La Trota (die Forelle) è un Lied che Schubert compose nel febbraio del 1818 in casa dell’amico Hüttenbrenner, suo collega, in una delle tante nottate di felice ispirazione. Pubblicato postumo, a Vienna, nel 1829, divenne uno dei lavori più amati e popolari della produzione schubertiana.

Commissionatogli da un grande appassionato e mecenate, Sylvester Paumgartner, dà prova di una oramai conquistata padronanza strumentale, dove tutto sembra semplice (ed in realtà non lo è proprio!), dove le difficoltà tecniche non danno l’idea di un virtuosismo strumentale, piuttosto di una grande brillantezza, che procura una gioia all’ascolto, senza ombre, senza inquietudini.

Nell’occasione, nel bar del Teatro l’happy hour, con inizio alle 19.30, presenterà un menu dedicato proprio alla Trota: tagliere di profumi friulani, cous cous alle verdure, “nota di trota su gallette croccanti”, delicata  ricotta alle erbe su cialda di brisè, assortimento di dolci delicatezze, accompagnato da vini prelibati. Il menu, a cura della Cooperativa Sociale Asteroide B612 di Casarsa,  costa 7,50 euro (per prenotare tel. 320 91 09 777, anche con sms o scrivere a: alposta.casarsa@gmail.com).

Stagione Concertistica 2012-2013

Venerdì 3 maggio 2013, ore 20:45

Teatro Comunale Giuseppe Verdi, viale Martelli 2 - PORDENONE

Il Trio di Parma
Alberto Miodini, pianoforte
Ivan Rabaglia, violino
Enrico Bronzi, violoncello
con la partecipazione straordinaria di
Simonide Braconi, viola
Giuseppe Ettorre, contrabbasso
esegue                    
F. Schubert, Trio in mi bemolle maggiore D929
Quintetto per pianoforte ed archi “La Trota” D667

Biglietti: da 10 a 20 euro

Info: Biglietteria del Teatro
Tel. 0434247624
biglietteria@comunalegiuseppeverdi.it
www.comunalegiuseppeverdi.it