Piovaschi, pensieri illustrati: i disegni di Franco Matticchio in mostra al Visionario

Verniss@ge
[img_assist|nid=10995|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]UDINE - Presso il Visionario-Centro per le Arti Visive, prosegue l’attività espositiva e il viaggio dedicato ai grandi illustratori di oggi. Dopo Mattotti, Toccafondo, Scarabottolo, Fior, Giandelli, Ricci dal 30 novembre al 20 gennaio 2008 sarà il turno di uno dei più abili inventori di immagini: Franco Matticchio, a cui è dedicata la mostra ad ingresso gratuito Piovaschi, pensieri illustrati.

Storie mute, storie che parlano di essenzialità, storie spesso irrazionali ma fondate su un vocabolario tutto grafico, storie in cui gli oggetti o i personaggi, uomini ma spesso anche animali, dialogano fra loro con un linguaggio libero e sospeso. I disegni del varesino Matticchio, classe ’57, nascono in punta di pennino o di pennello, nel caso degli acquerelli, ed hanno come componenti principali poesia, ironia e immaginazione, nonché un pizzico di noir per dar vita ad un disegno sognante e magico, ricco di inaspettata espressività! Infatti, osservate con attenzione, le immagini di Franco Matticchio svelano delle sorprese, piccole cattiverie o gustosi misteri. Straordinariamente dense di pensiero nel tratto e nelle invenzioni, nelle trovate più semplici eppure più impensate e più spiazzanti, le immagini di Matticchio sono piccoli (grandi) condensati di pensiero filosofico, effetti frutto di pura magia, spunti umoristici raccolti in un unico tratto (come testimonia il suo splendido libro Esercizi di Stilo, edito da Einaudi).

Come si potrà osservare al Visionario dal 30 novembre, quelle di Matticchio sono storie brevi, a volte brevissime dove tornano personaggi di un mondo fantasmagorico: il gatto Jones che come da copione "ha un occhio solo ma vede doppio", il monocolo e inquietante signor Chi, l’occhialuto Stanislao Toth. Inoltre, il calore ruvido dell’abbraccio di una proboscide, il bagno di coppia in una coppa di champagne, i cuscini di notte che scappano dai letti e poi ancora Matticchio ama pattinare sul ghiaccio formatosi in un secchio, nasconde le rughe nella polvere delle idee, annusa una lampada stelo…

Inoltre, per chi non si volesse dimenticare i lampi di genio del suo mondo e chi desiderasse continuare a vivere nella sua quotidianità traslata e onirica, immagini[img_assist|nid=10996|title=|desc=|link=none|align=right|width=640|height=637] a colori ed in bianco e nero, disegni inediti e non, saranno riprodotti in un affascinante catalogo edito dall’udinese Il Dindi e reperibile presso il Bookshop del Visionario. È in questa pubblicazione che il collega illustratore Lorenzo Mattotti, udinese ma ora parigino d’adozione, autore tra i più visionari ed intensi del nostro fumetto, dedica a Franco Matticchio affettuose parole, descrivendo le emozioni che lascia e la rarità delle sue capacità creative. Un’altra collega fa omaggio a Franco Matticchio di apprezzamenti di stima: è Gabriella Giandelli. Ammette, infatti, che nei suoi racconti senza senso ritrova il senso, nei suoi disegni visionari pieni d’invenzioni e di anarchia ritrova sempre la bellezza e il gusto di disegnare.

Piovaschi, pensieri illustrati rappresenta una delle rare occasioni in Italia per ammirare l’opera di questo singolare autore nel suo complesso, spaziando dalle copertine di libri e riviste, ai disegni a colori e in bianco e nero.

Nel 1979 Matticchio pubblica il suo primo lavoro sul Corriere della Sera, da allora i suoi disegni sono apparsi su Linus, King, Moda, Salve e Linea d'Ombra. Realizza le immagini per la sigla di testa del film Il Mostro di Roberto Benigni uscito nel ‘94 e l'anno successivo viene premiato a Trevisocomics per il libro Sensa Senso (Edizioni Milano Libri, 1994), che raccoglie alcune delle sue storie a fumetti pubblicate da Linus. Nel Natale del ‘99 un suo acquarello è stato scelto come copertina del New Yorker. Attualmente collabora con L'Indice, L'Internazionale, Vivimilano, Lo Straniero e realizza copertine per la casa editrice Garzanti.

Dal 30 novembre 2007 al 20 gennaio 2008

Visionario – Centro per le Arti Visive, via Asquini, 33 - UDINE

Piovaschi, pensieri illustrati di Franco Matticchio

A cura di Giovanna Durì per la Mediateca Quargnolo del Centro per le Arti Visive-Visionario

Vernissage: venerdì 30 novembre, alle ore 18.30

Orario: tutti i giorni, orario proiezioni

Ingresso libero

Info: tel. 0432299545

info@cecudine.org

www.cecudine.org