Amanda Sandrelli protagonista di Oscar e la Dama in rosa al Teatro Comunale di Lonigo

Foyer

Lonigo (VI) - Giunta al giro di boa del quinto spettacolo in cartellone, prosegue con successo la stagione teatrale del Teatro Comunale di Lonigo. Venerdì 24 febbraio alle ore 21.00 sarà la volta di Amanda Sandrelli che, con raffinata sensibilità, darà vita ai vari personaggi protagonisti di Oscar e la Dama in rosa di Eric Emmanuel Schmitt.

Lo spettacolo è una sorta di gioco delicato e commovente, un ritorno alla fonte stessa della rappresentazione che chiunque di noi ha sperimentato da bambino: facciamo che io ero, facciamo che io piango, che io rido, che perdo e che vinco. La grazia e la leggerezza della musica di Giacomo Scaramuzza, liberamente tratta dallo Schiaccianoci di Tchaikovsky ed eseguita dal vivo da Giovanni Mareggini (flauto), Cesare Chiacchiaretta (fisarmonica), Giampaolo Bandini (chitarra) e Federico Marchesano (contrabbasso), non solo accompagna il racconto ma é parte integrante di uno spettacolo che trova nel dialogo tra parole e note il suo tratto più caratteristico.
Oscar e la Dama in rosaè un piccolo gioiello letterario che racconta gli ultimi dodici giorni di Oscar, un bambino leucemico di undici anni che fra amici, fidanzatine, piccole marachelle e genitori sgomenti, viene accompagnato verso il Grande Salto da Nonna Rosa, una delle volontarie che aiutano i bambini malati negli ospedali francesi. La Dama gli propone un gioco: vivere ogni giorno che resta al ragazzino come se valesse dieci anni, e scriverne un resoconto a Dio.
Quella a cui assistiamo è quindi una sintesi dell’esistenza umana attraverso la lente vitalissima e gioiosa di un bambino undicenne. Un bambino che non vuol andarsene prima di aver capito il senso della sua vicenda.
Ci sono storie che vogliono essere raccontate - racconta Amanda Sandrelli - che ti scelgono come i gatti scelgono il loro padrone, ti salgono in collo e non se ne vanno più. “Oscar e la dama in rosa” non è solo un bellissimo libro, è una storia necessaria, di quelle che in alcuni momenti possono farti davvero bene. Per me e Lorenzo (Gioielli, il regista) è stato un viaggio, abbiamo riso e pianto e alla fine l’abbiamo raccontato, e abbiamo capito che avevamo ragione, era
necessario farlo. Credo proprio che nessuno si scorderà di Oscar, il bambino irriducibile, e dei suoi 120 anni di vita concentrati in 12 giorni, del suo rapporto con nonna Rosa e con Dio. Oltre alla musica scritta da Giacomo Scaramuzza e ai quattro musicisti, ci sono io, un pigiama e una sedia. Perché questa storia non ha bisogno di altro.

La morale di Oscar e la Dama in rosa è quella di cui parlava Luis Borges: tutto sta a trovare la rete di infinite sorprese che ogni giorno porta con sé, questo è il segreto della vita. Oscar è un bambino che vuole la verità e per questo, sin dalla prima pagina del suo diario-testamento ci mette in guardia dalla menzogna della letteratura: “scrivere è solo una bugia che abbellisce la realtà. Una cosa da adulti”. Il testo produce lo stesso effetto, di partecipazione e
commozione, del capolavoro cinematografico di Frank Capra, “La vita è meravigliosa”. Solo che il procedimento è l’esatto opposto: all’adulto George Bailey, giunto al punto del suicidio, viene fatto vedere il mondo senza di lui per comprendere il valore della vita, mentre al piccolo Oscar, giunto al momento della morte, viene prolungato il tempo rimasto per riempirlo con tutta la vita possibile. E il miracolo riesce, grazie a quella “bugia” tutta umana che è lo scrivere.

Stagione Teatrale 2011-2012

Teatro Comunale di Lonigo Giuseppe Verdi, Piazza Matteotti 1 - Lonigo (VI)

Venerdì 24 febbraio 2012, ore 21.00

Oscar e la Dama in rosa

di Eric Emmanuel Schmitt

con Amanda Sandrelli

musica di Giacomo Scaramuzza, liberamente tratta dallo Schiaccianoci di Tchaikovsky

 eseguita dal vivo da Giovanni Mareggini (flauto), Cesare Chiacchiaretta (fisarmonica), Giampaolo Bandini (chitarra) e Federico Marchesano (contrabbasso)

regia di Lorenzo Gioielli

Info: Teatro Comunale di Lonigo Giuseppe Verdi

tel. 0444 835010

info@teatrodilonigo.it

www.teatrodilonigo.it