Trecentomila euro dalla Provincia di Udine ai Comuni per viabilità e cooperazione sociale

Pocket News

UDINE - Trecento mila euro ai Comuni per favorire l’avvio e/o il mantenimento di collaborazioni con le cooperative sociali e attuare interventi volti a migliorare la viabilità. E’ lo stanziamento approvato dalla Giunta provinciale nel corso dell’ultima seduta, su proposta dell’assessore provinciale dell'assessore al lavoro, welfare e sviluppo socio economico Adriano Piuzzi.

La tranche più cospicua dei fondi stanziati (203 mila 750 euro) riguarda i contributi ai progetti di viabilità. Questo stanziamento permette di compartecipare alle spese relative agli interventi programmati da 12 comuni (Aquileia, Bertiolo, Carlino, Drenchia, Forgaria nel Friuli, Magnano in Riviera, Majano, Ovaro, Pulfero, Rivignano, San Pietro al Natisone e Tarvisio) che riguardano piccoli lavori di sistemazione della rete viaria con costruzione di marciapiedi, realizzazione della segnaletica, miglioramento delle condizioni di sicurezza, manutenzione straordinaria.
Settantacinque mila euro le risorse finalizzate a incentivare la cooperazione sociale, fondi che vanno ad aggiungersi al riparto ben più cospicuo (pari a 767 mila euro) approvato nel mese di luglio sempre in relazione alla LR 20/2006 art. 14. Sette i comuni destinatari dei contributi: Artegna (9.504 euro); Cercivento (2.998), Premariacco (3.666,67), Tarcento (603,20 in qualità di gestore dell’Ass 4.2 del Tarcentino), Udine (25 mila euro), Comunità montana della Carnia (12.308,90). Il Campp Consorzio per l’assistenza medico psicopedagogia di Cervignano del Friuli, infine, beneficerà di 21 mila 387 euro. «Questi fondi – ha spiegato l’assessore Adriano Piuzzi – rivestono un duplice significato: da un lato rappresentano un aiuto per i Comuni, dall’altro una forma di investimento, di crescita e sviluppo delle cooperative sociali, realtà con un’importante rilevanza per le nostre comunità. Impiegano soggetti svantaggiati offrendo loro un’occupazione e quindi un’occasione per inserirsi stabilmente nella società».