Giorni Afghani, il dolore e il coraggio: gli scatti di Mario Dondero al Circolo Morandini di Cividale del Friuli

Deep Focus
[img_assist|nid=27944|title=|desc=|link=none|align=left|width=130|height=130]Cividale Del Friuli (UD) -  Il Circolo Morandini in collaborazione con Emergency e con la Società Operaia di Mutuo Soccorso organizza, venerdì 30 aprile, a Cividale del Friuli, alle ore 18.00, presso la Sala dei Gessi in via Foro Giulio Cesare 15, un’iniziativa di presentazione dell’attività di Emergency in Afghanistan e, a seguire, alle 19.45, presso la sede del Circolo in via San Lazzaro, 6 l’inaugurazione della mostra fotografica di Mario Dondero Giorni Afghani, il dolore e il coraggio.
L’attività di Emergency verrà illustrata da Giancarlo Piccinin, esponente della Onlus, mentre Emanuele Giordana, giornalista RAI di Radio Tre Mondo ed animatore di “Lettera 22”, analizzerà la situazione del paese asiatico che ha più volte visitato negli ultimi anni. Infine il fotografo Mario Dondero racconterà la sua esperienza in Afghanistan dove, nel 2006, ha realizzato un reportage sugli ospedali di Emergency.
Sarà un’occasione per capire meglio cosa facciano i volontari di Emergency negli ospedali afghani soprattutto all’indomani di quello che è accaduto nelle scorse settimane. Dopo la chiusura del Centro chirurgico “Tiziano Terzani” di Lashkar-Gah nella regione di Helmand, presso il quale lavoravano i tre cooperanti, Dell'Aira, Garatti e Pagani sequestrati e poi liberati dalle autorità afghane, restano in attività l’ospedale di Anabah, nella valle del Panshir, ed un secondo nella capitale Kabul.
Non è la prima volta che Mario Dondero, durante la sua lunga attività di fotogiornalista, si dedica al reportage negli ospedali. Sono note le sue precedenti esperienze in ospedali cubani e africani con Médecins Sans Frontières. Ma, parlando della sua mostra “Giorni Afghani, il dolore e il coraggio”, Dondero afferma di essere rimasto molto colpito dalla drammaticità della situazione, soprattutto di quella dei bambini, e dal fatto che i medici e gli operatori internazionali sono molto amati dalla popolazione. Dondero ha più volte dichiarato che per lui il viaggio in Afghanistan è stato una grande lezione di vita e che in quel paese i soldati non servono. Servono invece medici e sminatori.

[img_assist|nid=27945|title=|desc=|link=none|align=left|width=640|height=398]Dal 30 aprile al 30 maggio 2010

Circolo Morandini, Via San Lazzaro 6  - Cividale Del Friuli (UD)

Mario Dondero - Giorni Afghani. Il dolore e il coraggio

Vernissage: giovedì 30 aprile, alle ore 19:45